Rete dei carabinieri al Cocoricò: per spaccio e furti in 14 finiscono in manette

Se non è una retata poco ci manca: i carabinieri in servizio nei pressi della discoteca Cocoricò hanno arrestato ben 14 persone per vari reati, più le denunce a piede libero. Ladruncoli, piccoli spacciatori: nessuno si è salvato dalla rete che i militari hanno gettato sull'area.

Se non è una retata poco ci manca: i carabinieri in servizio nei pressi della discoteca Cocoricò hanno arrestato ben 14 persone per vari reati, più le denunce a piede libero. Ladruncoli, piccoli spacciatori: nessuno si è salvato a quanto pare dalla rete che i militari hanno gettato sull’area. Il tutto in una notte: tra domenica e lunedì. Il Comando Compagnia Carabinieri di Riccione ha eseguito ben 14 arresti, 3 denunce e 8 segnalazioni amministrative per detenzione a fini personali di sostanza stupefacente.

3 arresti per furto. Nello specifico, venivano dichiarati in stato di arresto tre stranieri per furto un marocchino ventenne, pregiudicato in quanto sorpreso mentre tentava di rubare degli apparati cellulari all’interno delle borse di alcuni ragazzi intenti a ballare nella discoteca di Riccione. Fermato, veniva trovato in possesso di ben 2 cellulari debitamente sequestrati e riconsegnati agli aventi diritto. Poi è toccata ad un marocchino ventiduenne, pregiudicato, colto in flagranza di reato mentre, tramite la rottura dei vetri delle autovetture presso il parcheggio della discoteca mentre si accaparrava quanto lasciato all’interno. Fermato e perquisito, veniva trovato in possesso di un paio di occhiali, 1 navigatore, 1 felpa e alcuni foulard provento di 2 furti precedenti. Ed infine è toccata ad un marocchino ventenne, pregiudicato, colto nella fragranza di reato mentre asportava un portafogli dalla borsetta di una ragazza presso la discoteca. Fermato e perquisito, veniva trovato in possesso dello stesso portafogli nel frattempo celato all’intero delle mutande.

I carabinieri hanno esaurito le manette per il reato di spaccio di sostanza stupefacente:  arrestato un marocchino ventisettenne, ambulante e pregiudicato, in quanto, dopo averlo visto confabulare in maniera sospetta presso il parcheggio della discoteca Cocoricò, veniva sottoposto a perquisizione rinvenendo, celati all’interno degli indumenti, ben 9 pezzetti suddivisi  di sostanza stupefacente del tipo  hascisch celati in un involucro di cellophane per un peso complessivo netto di grammi 13.72, nonché ulteriori grammi 4,88 di sostanza stupefacente del tipo marijuana celati anch’essi all’interno di un involucro di cellophane trasparente. Stessa sorte per due ventenni milanesi, pregiudicati, in quanto colti nella fragranza di reato mentre, all’interno della propria autovettura, confezionavano delle dosi di sostanza stupefacente per il successivo spaccio. Venivano quindi sequestrati ben 28 dosi di Ketamina e 11 dosi di MDMA, per un peso complessivo, rispettivamente, di 13 gr. e 4 gr.

Ancora spaccio per un napoletano ventenne, pregiudicato, in quanto, visto confabulare con altri ragazzi presso una delle uscite della discoteca Cocoricò, veniva sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di ben 17 dosi di Cocaina e 2 dosi di Ketamina contenuti in bustine di cellophane. Non mancano i minorenni: come un diciottenne e diciassettenne della provincia di Milano, pregiudicati, in quanto colti nella fragranza di reato presso il parcheggio del Cocoricò mentre preparavano delle dosi di sostanza stupefacenti per il successivo spaccio. A seguito di perquisizione personale, venivano trovati in possesso di ben 13 gr. di Ketamina nonché 440 euro provento di precedenti cessioni. Il tutto veniva debitamente sequestrato.

Un quintetto finale era composto da  5 giovani tutti compresi tra i venti ed i venticinque anni e residenti a Reggio Emilia, sorpresi mentre all’interno della propria autovettura presso il parcheggio del Cocoricò confezionavano dosi di sostanza stupefacenti. Perquisiti, venivano trovati in possesso di ben 15 gr. di Cocaina sfusa, 20 dosi di Cocaina già pronta per lo spaccio nonché 20 gr. di marijuana. Inoltre, uno dei ragazzi mostrava un documento falso mentre un altro aveva la disponibilità di un coltello serramanico. Il tutto veniva dunque sequestrato.

E ancora tre denunce a piede libero, a carico di ua  ventiseienne salernitana, in quanto sorpresa mentre tentava di pagare un drink presso la discoteca con una banconota da 100 euro falsa. Veniva dunque denunciata per spendita di banconote false.  A un trentenne marocchino p toccata una denuncia per ricettazione in quanto, notato armeggiare un portafoglio non suo, a seguito di perquisizione veniva altresì trovato in possesso di un altro portafogli e di un cellulare Samsung Galaxy celato nelle mutande. E completa il quadretto un bolognese ventenne, pregiudicato, in quanto trovato in possesso di ben 5 dosi di MDMA per un peso complessivo pari a 2,4 gr. più residui marijuana pronti per lo spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento