Napoletano 51enne simula un infarto per sfuggire all'arresto

Probabilmente non avrà alcun futuro nè come ladro nè come attore. Dopo aver sulla testa un mandato di arresto europeo provvisorio per un furto commesso in Polonia, ora ha provato a simulare un infarto per non farsi arrestare

Probabilmente non avrà alcun futuro nè come ladro nè come attore. Dopo essersi procurato un mandato di arresto europeo provvisorio per un furto commesso in Polonia, ora ha provato a simulare un infarto per non farsi arrestare. Si tratta di  Pasquale De Santis, 51enne di Torre Annunziata, che nella giornata di venerdì è stato fermato dalla Squadra Mobile in un residence a Rimini.

Il mandato che pende sulla sua testa riguarda un fatto accaduto nell' aprile del 2010, quando l'uomo si trovava in Polonia dove, nella città di Kielce, noleggiò una Renault per poi non riconsegnarla più. Anzi, poco tempo dopo, ne denunciò il furto. Le autorità locali lo interrogarono per fare chiarezza sui fatti ma l'uomo aggravò la sua situazione dichiarando il falso. Dalla Polonia è così arrivata la richiesta di estradizione per il 51enne.

Il napoletano, fermato venerdì dalla Polizia, ha pensato bene di prendere in giro gli agenti simulando di essere colto da un infarto. I militari l'hanno quindi portato in ospedale per accertarne le condizioni. Il 51enne è stato dimesso sabato mattina in salute. Ora dovrà vedersela con la Corte di Appello di Bologna che dovrà decidere del suo destino macchiato delle accuse di falsa testimonianza, procurato allarme e appropriazione indebita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento