rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Fiumi di eroina pronti per esser spacciati: pericoloso pusher in manette

La considerevole somma di denaro sequestrata, peraltro, rende esattamente idea della consistente attività di spaccio attuata dall’arrestato

Aveva 300 dosi di eroina pronta per essere ulteriormente “distribuita” tra spacciatori e consumatori. La polvere bianca, che sul mercato avrebbe consentito di guadagnare 10.000 euro, è stata sequestrata ad un 45enne di nazionalità albanese, arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Rimini al termine di un'attività antidroga. Tutto ha avuto inizio quando i poliziotti hanno notato un’utilitaria parcheggiata in maniera sospetta lungo una strada, in relazione alla quale erano giunte alcune segnalazioni in merito ad un'attività di spaccio.

Approfondendo le segnalazioni, i poliziotti hanno deciso di effettuare i relativi accertamenti, dai quali è subito emerso che quell’auto era intestata ad una persona che, pur essendo priva di precedenti penali, risultava aver abitato insieme ad un’altra persona arrestata sempre dal personale della Squadra Mobile qualche mese fa. Ed è stata proprio quella circostanza che ha indotto il personale della Squadra Mobile a procedere ad ulteriori accertamenti ed effettuare le perquisizioni.

Dai controlli effettuati all’interno dell’auto è stata rinvenuta – a seguito di approfondita perquisizione - contenuta in un sacchetto per il congelamento di cibo, avvolto con della pellicola per alimenti, eroina sufficiente a confezionare oltre 300 dosi (che sul mercato avrebbe consentito di guadagnare 10.000 euro), ben occultata dietro il cassetto porta oggetti lato passeggero, incastrata in profondità, quasi sotto il cruscotto, tra la plastica ivi esistente. A quel punto i poliziotti hanno deciso di estendere i controlli anche presso l’abitazione dell’uomo.

E anche lì non sono mancati ulteriori riscontri ai sospetti. A seguito di approfondita perquisizione nell’appartamento nel quale l’arrestato ha la residenza sono state rinvenute e sequestrati quasi 6mila euro in contanti (suddivisi in banconote da 20 e 50 euro), occultato dentro una custodia per cd, appoggiata su un mobile e all’interno di un armadio, riposti dentro una busta nascosta sotto un cassetto, coperta con dei giornali.  Le diverse circostanze del caso e i successivi accertamenti fanno ritenere che l’arrestato sia pericoloso non solo per la considerevole quantità di droga, ma soprattutto per le modalità con le quali l’uomo riusciva a nascondere la droga.

L’uomo infatti aveva abilmente occultato la droga all'interno del mezzo di sua proprietà, parcheggiato a debita distanza da casa e aveva scelto quale luogo di custodia della sostanza proprio il suo veicolo perché privo di precedenti inerenti gli stupefacenti.  Peraltro, il sistema d'occultamento rileva una significativa “esperienza” nel campo degli stupefacenti. La considerevole somma di denaro sequestrata, peraltro, rende esattamente idea della consistente attività di spaccio attuata dall’arrestato. L’uomo è stato quindi rintracciato e condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio, reato per il quale l’uomo è stato condannato in data odierna alla pena di quattro anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi di eroina pronti per esser spacciati: pericoloso pusher in manette

RiminiToday è in caricamento