rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Arriva nella Riviera romagnola il meglio del cinema indipendente italiano

Al via la 40esima edizione del Bellaria Film Festival, cinque film in concorso per il premio Casa Rossa e quattro i workshop con tutor ed esperti

 Sarà “Alcarràs”, il film vincitore dell’Orso d’Oro al Festival del Cinema di Berlino, ad aprire l’edizione di quest’anno del Bellaria Film Festival, rassegna di cinema indipendente che si tiene dal 12 al 15 maggio e giunge nel 2022 alla sua quarantesima edizione. Un anno importante per il più longevo Festival di cinema in Emilia-Romagna, organizzato dall’amministrazione Comunale di Bellaria-Igea Marina e sostenuto dalla Regione, che in questa edizione intende rilanciarsi dopo le difficoltà legate alla pandemia, con una nuova direzione artistica e tornando alle origini, riportando nella Riviera romagnola il cinema indipendente italiano e i giovani, con una rinnovata apertura internazionale.

Il Bellaria Film Festival è stato presentato questa mattina in conferenza stampa a Bologna dalla vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein, dalla nuova direttrice artistica Daniela Persico, dall’assessore alla Cultura del comune di Bellaria-Igea Marina Michele Neri, dal responsabile del Settore cultura della Regione, Gianni Cottafavi, dal responsabile di Emilia-Romagna Film Commission Fabio Abagnato e da Sergio Canneto, della società Approdi srl che realizza il festival. “Raccontare la storia del Bellaria Film Festival vuol dire ripercorrere la storia del cinema italiano, e nello specifico quella parte del cinema italiano di ricerca, indipendente e d’autore- ha commentato la vicepresidente della Regione, Elly Schlein-. La Regione ha sempre dimostrato il suo sostegno al Festival, attraverso i bandi previsti dalla legge 20 del 2014, che promuove la cultura cinematografica e audiovisiva e che sostiene l’industria e le attività nel settore multimediale”.  

Il film vincitore a Berlino, distribuito da I Wonder, che apre il Festival sarà introdotto in sala dall’autrice, Carla Simón, insieme al coproduttore italiano, Giovanni Pompili, che con Kino Produzioni sta portando avanti una generazione di autori italiani che incarnano una nuova idea di cinema. Alla serata inaugurale sarà presente anche Carlo Chatrian, direttore della Berlinale, che la mattina successiva terrà una masterclass insieme all’autrice. In questa edizione torna, dopo vent’anni, il premio “Casa Rossa”: la sezione ospiterà cinque film, opere prime o seconde, di autori che si sono imposti non solo in Italia, ma al pubblico internazionale dei maggiori festival, per il loro sguardo unico e la potenza del loro modo di fare cinema.

I cinque film in concorso per il premio Casa Rossa sono: “Piccolo Corpo” di Laura Samani (Nefertiti Film), “Mother Lode” di Matteo Tortone (Malfé Film), “Il Legionario” di Hleb Papou (Clemart), “Re Granchio” di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis (Ring Films) e “Atlantide” di Yuri Ancarani (Dugong Films), film presentato nella sezione Orizzonti del Festival di Venezia nel 2021 e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna. Nel programma dell’edizione 2022 altri due film sostenuti dalla Regione Emilia-Romagna grazie al bando 2021 dedicato alle imprese regionali. Il primo è “La moda del liscio”, della casa di produzione Scarabeo Entertainment, e poi “Il giovane corsaro: Pasolini a Bologna”, della casa di produzione Si Produzioni.

Sono quattro i workshop con tutor ed esperti all’interno del Bellaria Film Festival, per far incontrare i giovani emergenti del cinema ai professionisti europei, in collaborazione con Cna. Becoming Producers - Un laboratorio dedicato alle giovani produttrici e ai giovani produttori, al loro ruolo creativo e come accompagnare un’autrice, un autore. What a Critic! - Un laboratorio dedicato alle giovani e ai giovani critici, raccontare un film, scriverne, formare il proprio gusto. Costruito sui film che saranno presentati al Festival. Programmer – The right film, when and where - Un laboratorio per le giovani e i giovani programmer, per sapere qual è il film giusto, qual è il posto giusto, per costruire la struttura portante di ogni festival: i film che si guardano in sala. Giuria Giovani – Un laboratorio dedicato alle giovani e ai giovani che studiano cinema, che decreteranno il vincitore della sezione Casa Rossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva nella Riviera romagnola il meglio del cinema indipendente italiano

RiminiToday è in caricamento