Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Arrivata a Rimini la mamma della 27enne russa ritrovata cadavere nella valigia

Gulnara Laktionova, atterrata al Marconi di Bologna, è stata presa in consegna dal personale della squadra Mobile della Questura riminese

E' arrivata a Rimini poco prima della 20, dopo essere atterrata all'aeroporto "Marconi" di Bologna ed essere stata presa in consegna dal personale della squadra Mobile, Gulnara Laktionova, mamma della 27enne russa, il cui corpo era stato ritrovato nelle scorse settimane al porto di Rimini, chiuso dentro una valigia. La donna, proveniente dalla Russia dove era andata all'indomani del decesso della figlia, sarebbe pronta a ricostruire con gli inquirenti pezzo dopo pezzo la tragica storia. Dopo le prime ammissioni, dovrà spiegare agli inquirenti per quale motivo abbia deciso di chiudere dentro il trolley i resti di Katerina, dopo che questa era stata lentamente consumata e poi uccisa dall’anoressia. La 48enne aveva vegliato il suo corpo per giorni e giorni, prima di liberarsene in quel modo. Ad attendere la 48enne alla Questura di Rimini sia il suo avvocato, Mario Scarpa, che il sostituto procuratore Davide Ercolani che indaga sulla vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivata a Rimini la mamma della 27enne russa ritrovata cadavere nella valigia

RiminiToday è in caricamento