Arriva il primo asilo nido interaziendale: sarà sempre aperto

E' ai blocchi di partenza il nuovo asilo nido interaziendale costruito dall'Azienda USL di Rimini, in collaborazione con la Provincia. L'apertura avrà luogo infatti entro la prima decade del mese di dicembre

Il renedering della struttura

E' ai blocchi di partenza il nuovo asilo nido interaziendale costruito dall'Azienda USL di Rimini, in collaborazione con la Provincia. L'apertura avrà luogo infatti entro la prima decade del mese di dicembre (seguirà a suo tempo invito per l'inaugurazione), e la struttura è stata affidata in concessione alla Asp Valloni. Oltre ad essere una delle poche realtà italiane di nido interaziendale realizzato da un'Azienda sanitaria, specialmente nell'attuale periodo di crisi economica, il nido d'infanzia interaziendale svolgerà un effettivo servizio di tempo pieno, e per di più con un'impostazione flessibile che consentirà di andare incontro il più possibile alle esigenze delle famiglie nel rispetto dei diritti dei bambini di godere della presenza dei genitori.

In estate, ad esempio, il servizio continuerà a svolgersi presso la medesima struttura, non vi saranno spostamenti in altre: è il primo nido emiliano-romagnolo che sarà aperto 365 giorni, eccetto i festivi. Con divisione dell'orario per turni, l'asilo interaziendale sarà aperto dalle ore 7:15 alle ore 19 dal lunedì al venerdì, dalle 7:15 alle 13 il sabato (giornata che volendo i fruitori potranno acquisire anche a parte con apposito voucher). POSTI SONO ANCORA DISPONIBILI PER LE REALTA' O LE FAMIGLIE INTERESSATE.

Oltre alle aule e agli spazi comuni, interni ed esterni, di nuova impostazione vi è un ampio ingresso utilizzabile anche per riunioni, un punto cucina per la predisposizione dei pasti, spazi per gli insegnanti, spazio per i genitori, ingresso con bussola-filtro a fini di sicurezza e di mantenimento del microclima interno, servizi generali. Ogni sezione è dotata di vestibolo-spogliatoio, servizi igienici, spazio sonno e per attività di laboratorio quali lettura, canto, attività di manipolazione... Le caratteristiche architettoniche e anche le tinteggiature degli spazi delle diverse sezioni sono state pensate a seconda delle diverse età dei bimbi che le frequenteranno (ad esempio con un'area di “sgattonamento” in quella dei piccini tra i 10 e i 12 mesi) al fine di sviluppare al meglio i vari gradi di autonomia. Gli ambienti, in sintesi, saranno caratterizzati da elementi stimolanti e formativi che aiutino i bambini in una fase della loro vita ricca di trasformazioni profonde ed importanti. Ogni sezione avrà una zona esterna, dedicata, ideata per la scoperta ambientale e sfruttabile in tutte le stagioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento