rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

L'assessore Corsini: "Per l'aeroporto Fellini pronto un piano di rilancio da 12 milioni di euro"

Spiragli per il turismo internazionale: "Dal 1° febbraio accesso per chi proviene dai paesi dell’Unione Europea senza tampone. Basterà solamente il Green pass"

Dodici milioni di euro di liquidità fresca per il Fellini. E via l’obbligo del tampone per chi proviene in aereo di paesi dell’Unione Europea. L’assessore regionale Andrea Corsini fa il punto sul turismo in Emilia Romagna, durante la visita a Rimini per la presentazione dell’accordo tra aeroporto Fellini e Anex Tour.

Assessore Corsini, quanto è strategico per la Regione Emilia Romagna l’aeroporto di Rimini?

“Prima di Natale il Cipe ha finalmente sbloccato una delibera che prevede importanti risorse per l’Emilia Romagna, tra cui 3 milioni di euro, che sono la prima parte, di un finanziamento da 12 milioni di euro che daremo all’aeroporto di Rimini per sostenere un piano industriale e di investimenti in quello che giudichiamo uno scalo strategico per il nostro territorio”.

Come giudica l’arrivo in Romagna in Anex Tour?

“L’apertura della collaborazione di Anex Tour, che prevede anche la presenza fisica con la sede direzionale, rappresenta un fatto importante. Quella di oggi è una giornata positiva”.

Ora per far tornare i turisti, soprattutto dall’estero, occorre allentare le restrizioni. Aggiornamenti?

“Il ministro Speranza, è questa sarà una cosa che farà piacere agli operatori turistici, ha firmato un’ordinanza che dal 1° febbraio toglie l’obbligo da chi proviene dai paesi dell’Unione Europea, sperando che possa essere allargato ai paesi extra, l’obbligo del tampone per chi viene in Italia. Resterà l’obbligo del Green pass. Questo è un passo importante per snellire alcune pratiche e procedure. Soprattutto per il turismo, che è stato il settore più danneggiato dal Covid”.

Il sindaco Jamil Sadegholvaad ha chiesto al Governo di definire le regole per convivere con il virus e ripartire. Cosa ne pensa?

“Ho apprezzato molto l’intervista del sindaco Jamil Sadegholvaad. Che dice: noi nel 2022 dobbiamo far finta che le cose tornino alla normalità. Dobbiamo provare a convivere con una situazione che ci consenta di fare le cose che facevamo prima della pandemia”.

La Regione torna a investire sul turismo internazionale?

“Nel 2020 e 2021 abbiamo concentrato le nostre risorse sul mercato interno, era quasi obbligatorio farlo per sopravvivere, non abbiamo tuttavia mai smesso di tenere un faro acceso su alcuni mercati strategici. In particolare la Germania. L’iniziativa di Anex spiega come abbiamo moltiplicato gli sforzi, mettendo in campo una strategia e una visione che doveva tuttavia fare i conti con l’emergenza”.

La Riviera vuole tornare a ospitare i turisti russi. Soluzioni?

“Dobbiamo tornare protagonisti sul mercato internazionale e a questo proposito penso che sia giunto il momento di consentire ai turisti russi di tornare in Italia. Capisco i problemi dal punto di vista scientifico, ma giunti in questa fase il governo deve provare a capire come fare per consentire ai cittadini russi di tornare a frequentare il nostro Paese”.

andrea corsini-3
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Corsini: "Per l'aeroporto Fellini pronto un piano di rilancio da 12 milioni di euro"

RiminiToday è in caricamento