Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Assicuratrice simula una rapina nella sua agenzia per coprire i debiti

La donna si è presentata ai carabinieri di Riccione raccontando di due individui coperti dal passamontagna e armati di coltello

Lei, la titolare di un'agenzia di assicurazioni della Perla Verde, si era presenata ai carabinieri di Riccione nel tardo pomeriggio di lunedì scorso e, trafelata, aveva raccontato ai militari dell'Arma di essere stata appena rapinata. Secondo quanto riferito dalla donna, una 30enne, due individui col volto coperto da un passamontagna e armati di coltello l'avevano obbligata a consegnare i contanti, circa 7mila euro, una volta ottenuti i quali erano fuggiti facendo perdere le loro tracce. Un racconto che, fin da subito, aveva insospettito gli inquirenti dell'Arma che hanno iniziato a cercare riscontri a quanto denunciato dalla presunta vittima. Fondamentali, per smascherare la 30enne, sono state le telecamere di videosorveglianza puntate proprio sull'agenzia assicurativa che, nelle ore della presunta rapina, non hanno ripreso qssolutamente nulla. Secondo quanto emerso la donna, sommersa dai debiti, aveva inventato la storia per coprire l'ammanco. Alla fine dell'indagine, la 30enne è stata denunciata a piede libero per simulazione di reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assicuratrice simula una rapina nella sua agenzia per coprire i debiti

RiminiToday è in caricamento