Aumentano a Rimini i cyber-nonni

Le donne sono più degli uomini: 53 contro 30, mentre 8 sono i cittadini stranieri. I primi corsi di Pane e Internet inizieranno a Rimini il 12 marzo presso l’Istituto tecnico industriale Leonardo Da Vinci

Più di ottanta iscrizioni in poco più di quattro ore. E altre decine di persone che hanno ritirato i depliant informativi per studiarseli a casa. Erano davvero tanti i riminesi che, documenti alla mano, hanno fatto la fila l’altra mattina in Piazza Tre Martiri davanti al camper di Pane e Internet, il progetto regionale di alfabetizzazione digitale per adulti a cui partecipa il Comune di Rimini. Un corso gratuito di venti ore rivolto a chi non ha dimestichezza con computer e internet ma vorrebbe imparare.

Per restare in contatto col mondo, informarsi, scrivere agli amici, utilizzare i servizi telematici delle Pubbliche Amministrazioni. Tra gli 83 nuovi iscritti riminesi, sono in stragrande maggioranza gli aspiranti cyber nonni: persone attorno ai settant’anni, con due signori che di anni ne hanno addirittura 81, ma con tanta voglia di restare attivi. Le donne sono più degli uomini: 53 contro 30, mentre 8 sono i cittadini stranieri. I primi corsi di Pane e Internet inizieranno a Rimini il 12 marzo presso l’Istituto tecnico industriale Leonardo Da Vinci e proseguiranno nei prossimi mesi fino ad arrivare alle otto edizioni previste entro l’anno.

Secondo l’assessore ai servizi al cittadino Irina Imola, “garantire a tutti l’accesso alle nuove tecnologie significa mettere tutti i cittadini su un piano d’uguaglianza e di parità. Il progetto Pane e Internet è una prima bellissima risposta a questo bisogno di formazione da parte di tante persone che, per età o condizione sociale, vivono il computer come un ostacolo e rischiano di restare escluse da un mondo di relazioni che si sta sempre più trasferendo sul web”.  Ne sono un esempio le pagine del Comune di Rimini su face book e twitter schizzate, con l’ultima emergenza neve, dal migliaio di contatti abituali agli oltre 6.500 moltiplicatisi poi, con un effetto a catena, ad un numero indefinito di cittadini.

Sul territorio della provincia riminese si prevede di iscrivere ai corsi di Pane e internet almeno 700 persone entro il 2013. A questi dobbiamo aggiungere i 330 partecipanti alla precedente edizione svoltasi tre anni fa, per un totale di oltre mille nuovi cyber nonni attivi nel mondo digitale.

Al momento c’è ancora disponibilità di posti. Per iscriversi basta chiamare il numero verde 800 590 595 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. E per esercitarsi poi, anche senza avere il computer in casa, basta andare in Piazza Cavour. Presso l’Urp del Comune ci sono sei postazioni informatiche a disposizione dei cittadini perché, come dice l’assessore Imola  “adesso che ci sono le macchine, occorre formare i guidatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento