Ausl, premiati i tre migliori progetti interni

Studi scientifici e lavori di innovazione, effettuati da operatori aziendali, e premiati dall'Azienda con riconsocimenti o con la pubblicazione, nel corso di “Un giorno per noi”, il pomeriggio che l'A.USL dedica ai propri operatori

Studi scientifici e lavori di innovazione, effettuati da operatori aziendali, e premiati dall'Azienda con riconsocimenti o con la pubblicazione, nel corso di “Un giorno per noi”, il pomeriggio che l'A.USL dedica ai propri operatori, e che contempla tra l'altro la consegna di simbolici riconoscimenti ai dipendenti che vanno in pensione e ai soggetti della società civile che, a vario titolo, nell'anno in corso, hanno effettuato donazioni in favore dell'Azienda.

L'evento si sé svolto venerdì al Centro Congressi SGR. Questo è il sesto anno consecutivo in cui l'Azienda USL di Rimini ha voluto dare un riconoscimento pubblico ai professionisti che si sono particolarmente distinti nell'ambito della ricerca clinica ed organizzativa, con la consapevolezza che il miglioramento dei percorsi di cura, la presa in carico dei pazienti, l'aggiornamento professionale, l'innovazione tecnico-organizzativa, l'appropriatezza passano anche attraverso la ricerca.

Premiato il progetto “La diagnosi precoce di tumore pancreatico in popolazioni selezionate ad alto rischio: diagnosi precoce di tumore pancreatico e diabete; diagnosi precoce di tumore pancreatico e predisposizione genetica; diagnosi precoce di tumore pancreatico e neoplasie intraduttali papillari mucinose del pancreas”, a cura dei dottori Luigi Veneroni, Anna Carla Babini, Valentina Arcangeli, Laura Bagli, Enrico Cavagna.
Questo importante progetto, nato dalla collaborazione tra quattro Dipartimenti (Chirugico, Oncologico, Internistico II e di Patologia Clinica e Radiologia Medica Diagnostica e interventistica) ed il Laboratorio Unico di Area Vasta Romagna di Pievesestina, è stato approvato dal Comitato Etico dell'Area Vasta Romagna e dell'IRST di Meldola con l'obiettivo di studiare le caratteristiche di pazienti selezionati per un aumentato rischio di sviluppare un tumore pancreatico e stottoporli ad una stretta sorveglianza clinica, diagnostica e strumentale per prevenire o trattare precocemente l'eventuale insorgenza della malattia.

Premiato anche la “Valutazione dell’efficacia del ruolo del case manager nell'ambulatorio di reumatologia”, a cura dei dottori Angelo Corvetta (Direttore del Dipartimento internistico I) e Antonietta Santullo (Direttore Tecnico Infermieristico dell'A.USL). Questo progetto nasce dalla stretta collaborazione tr figure professionali abilitate in scienze infermieristiche e sottoposte ad adeguato training e lo specialista in reumatologia nell'ottica di un approccio globale al paziente reumatico. Oltre a garantire un'accurata e tempestiva terapia farmacologica, prevede la presa in carico assistenziale e logistica del paziente e predispone ove possibile un trattamento riabilitativo precoce.

Premiato poi il progetto “Efficacia a lungo termine della vertebroplastica percutanea nei pazienti con lesioni vertebrali da mieloma multiplo”, a cura dei dottori Patrizia Tosi (Direttore dell'Unità Operativa di Ematologia) e Michele Sintini (direttore dell'Unità Operativa di Neuroradiologia). Le fratture vertebrali si riscontrano in circa il 50 per cento dei casi di persone affette da mieloma multiplo, e influenzano negativamente la qualità di vita di questi pazienti in quanto causa di dolore e impotenza funzionale. Le tecniche di ricostruzione vertebrale sono state recentemente proposte per limitare il dolore da frattura, da compressione vertebrale, da osteoporosi neoplastica e non. Questo progetto ha il merito di fare il punto sugli effetti a lungo termine della procedura nei pazienti, specificamente sul perdurare dell'effetto antalgico, sulle ricadute locoregionali e, soprattutto sull'influenza di questa procedura sulle terapie successive inclusa la raccolta di cellule staminali ed il trapianto autologo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento