rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Montescudo

L'Ausl in Valconca per una sanità di prossimità, al vaglio l'apertura di un centro prelievi e più servizi

L’incontro è stato organizzato per valutare l’apertura di un centro prelievi e di nuova dotazione ambulatoriale specialistica presso la casa protetta “Sebastiano Fantini”

Nella mattinata di mercoledì (28 settembre) la giunta di Montescudo-Monte Colombo e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato, presso la sede municipale, il direttore generale dell’Ausl Romagna Tiziano Carradori ed il direttore del distretto sanitario di Riccione Riccardo Varliero. L’incontro è stato organizzato per valutare l’apertura di un centro prelievi e di nuova dotazione ambulatoriale specialistica presso la casa protetta “Sebastiano Fantini” di Montescudo, il potenziamento dell’assistenza domiciliare legata al ruolo dell’infermiere di famiglia, il rafforzamento del servizio di prenotazione di esami e visite, per il tramite delle farmacie presenti sul territorio.

L'area più periferica della Valconca, costituita da Montescudo-Monte Colombo, Sassofeltrio e Gemmano, conta quasi 10.000 abitanti, con una componente significativa di popolazione anziana, che necessita di un servizio sanitario di prossimità. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è di creare tale presidio sanitario presso la Casa Protetta “Sebastiano Fantini”. Al termine dell’incontro, il Direttore Generale ha fatto visita alla struttura sanitaria “S. Fantini” per portare il proprio saluto alla nuova Direttrice, al personale presente ed agli ospiti della struttura.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ausl in Valconca per una sanità di prossimità, al vaglio l'apertura di un centro prelievi e più servizi

RiminiToday è in caricamento