rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Autisti della Start Romagna indagati per truffa, stipendi gonfiati coi disabili fantasma

Smascherati dai carabinieri che hanno spulciato le dichiarazioni dei dipendenti incrociandole con i filmati delle telecamere a circuito chiuso

Sono 13 gli autisti riminesi della Start Romagna finiti indagati dalla Procura della Repubblica per truffa. A far partire l'inchiesta era stata la stessa azienda di trasporti che, nel fare i conti delle buste paga, si era resa conto di una sproporzione per quanto riguardava le indennità che, gli autisti, percepivano quando dovevano operare manualmente sulla pedana per far salire a bordo i disabili in carrozzella. Secondo l'accusa, in pratica gli indagati segnavano arbitrariamente la presenza di un diversamente abile sul mezzo che necessitava l'intervento manuale per farlo salire e scendere. La Start si è così attivata segnalando il tutto ai carabinieri che, spulciando gli incartamenti e analizzando le telecamere a circuito chiuso presenti sugli autobus, hanno accertato che gli indagati avevano certificato il falso per intascare l'indennità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autisti della Start Romagna indagati per truffa, stipendi gonfiati coi disabili fantasma

RiminiToday è in caricamento