rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Baby gang, i carabinieri presentano il conto all'ultimo componente della banda

Insieme ad altri nordafricani la scorsa estate aveva messo a segno una rapina ai danni di due giovani turisti in vacanza a Riccione

I carabinieri di Riccione si sono presentati all'alba di lunedì a casa di un marocchino 19enne di Crema, in provincia di Cremona, ritenuto essere uno dei componenti della baby gang che la scorsa estate aveva rapinato due giovani turisti lombardi a Riccione. Il ragazzino, infatti, è stato individuato grazie alle indagini dei militari dell'Arma partite la notte del 23 agosto quando verso l'1.30 due 18enni brianzoli erano stati aggrediti sulla spiaggia del Bagno 96 e sotto la minaccia di coltelli erano stati rapinati da un gruppo di nordafricani. Gli inquirenti dell'Arma sono risaliti ad alcuni componenti della banda che, nel corso della serata, erano già stati identificati e poco dopo il colpo nuovamente individuati dalle divise. In quella occasione, su disposizione del pubblico ministero di turno Davide Ercolani, erano stati arrestati un 21enne e un 20enne ma le indagini erano proseguite. Dall'analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza era stato così possibile risalire ad altri due componenti, un 17enne ed un 16enne entrambi della provincia di Rimini, che lo scorso 6 settembre erano stati fermati su ordinanza del Gip del Tribunale per i minorenni di Bologna che aveva emesso nei loro confronti un'ordinanza di custodia cautelare in una comunità. Co l'arresto odierno del 21enne, i carabinieri di Riccione hanno chiuso il cerchio assicurando alla giustizia tutti i componenti della baby gang.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang, i carabinieri presentano il conto all'ultimo componente della banda

RiminiToday è in caricamento