Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Misano Adriatico

Bagarini e parcheggiatori abusivi, la MotoGp sotto la lente della Guardia di Finanza

Nei guai un residente della zona che aveva allestito la sosta in un'area privata commettendo una irregolarità nella richiesta di autorizzazione avanzata al Comune

Controlli serrati da parte dei militari della Guardia di Finanza che, in occasione della tappa misanese della MotoGp, hanno messo sotto la lente d'ingrandimento l'area dell'autodromo a caccia di bagarini e parcheggiatori abusivi. Sono state oltre 50 le divise impegnate da venerdì a domenica che, con l'ausilio del personale in borghese e delle unità cinofile, hanno vigilato sul corretto svolgimento dell'evento. Un presidio che ha scoraggiato chi negli anni passati era stato “pizzicato” a trafficare coi biglietti d'ingresso e che ha fatto emergere come, a differenza del passato, i potenziali acquirenti dei bagarini hanno iniziato a diffidare dall'acquisto di ticket da privati chiedono di verificare il titolo presso le casse ufficiali. Così facendo, possono anche riscontrare direttamente la disponibilità di biglietti e in tal modo si azzera anche la necessità di acquistarli a prezzi maggiorati per i settori non ancora sold out.

Le Fiamme Gialle sono state anche impegnate nell’attività di controllo in materia di rilascio di scontrini e ricevute fiscali, nonché nell’esecuzione di rilevamenti ai fini fiscali presso le aree private dove sono stati allestiti parcheggi per gli spettatori in arrivo a Misano, al fine di identificare il gestore e rilevare il numero dei veicoli in sosta. Infatti, coloro i quali, nei giorni della manifestazione sportiva adibiscono un’area privata a parcheggio, devono indicare gli incassi derivanti dall’attività di posteggio, anche se occasionalmente esercitata previa comunicazione al Comune di Misano Adriatico e pagamento dei relativi tributi locali, nella propria dichiarazione dei redditi.

In particolare, sono stati 6 i gestori occasionali di parcheggi adiacenti all’Autodromo controllati, nei confronti di uno dei quali è stata rilevata una irregolarità nella richiesta di autorizzazione avanzata al Comune di Misano: quanto accertato è stato segnalato al Comune per gli eventuali ulteriori provvedimenti di competenza. Inoltre, sono stati effettuati controlli in materia di memorizzazione ed invio telematico dei corrispettivi nei confronti di altrettanti ambulanti presenti nei pressi dell’Autodromo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagarini e parcheggiatori abusivi, la MotoGp sotto la lente della Guardia di Finanza
RiminiToday è in caricamento