Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Bambina folgorata per aver toccato un palo, il Comune risarcisce la famiglia

Si è conclusa con un accordo di mediazione tra le parti la procedura tra i famigliari della piccola e l'amministrazione di Santarcangelo

Si è conclusa con un accordo di mediazione tra le parti la procedura tra i famigliari di una bambina, all'epoca 11enne, rimasta folgorata per aver toccato un palo dell'illuminazione pubblica e l'amministrazione di Santarcangelo. La vicenda risale al 5 settembre 2017 quando la piccola, che si trovava lungo una strada di Sant'Ermete nel territorio del comune di Santarcangelo, aveva sfiorato il palo che aveva innescato una scarica elettrica facendola finire a terra incosciente. Erano stati i genitori che con sangue freddo avevano iniziato le manovre di primo soccorso mentre davano l'allarme che aveva fatto accorrere sul posto l'ambulanza del 118. La bambina era stata trasportata d'urgenza all'Infermi di Rimini e ricoverata nel reparto di Rianimazione ma, col passare del tempo, le sue condizioni erano migliorate.

Con l'accordo raggiunto tra le parti attraverso la procedura di mediazione presso l’Istituto nazionale per la mediazione e l’arbitrato, si è giunti a una soluzione bonaria che ha coinvolto l’Amministrazione comunale, l’impresa Citelum che gestisce la pubblica illuminazione santarcangiolese per conto del Comune e la famiglia della bambina coinvolta. La mediazione concordata prevede un indennizzo nei confronti della famiglia, coperto della compagnia assicurativa garante della responsabilità civile del Comune, ad eccezione della franchigia base prevista dalla polizza che resta a carico dell’Amministrazione comunale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina folgorata per aver toccato un palo, il Comune risarcisce la famiglia
RiminiToday è in caricamento