rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca

Bambina perseguitata dall'anziano vicino di casa, lo stalker condannato

La piccola, finita nel mirino del maniaco, aveva iniziato a compiere dei gravi gesti di autolesionismo prima che emergessero i comportamenti ossessivi dell'uomo

Ha trasformato la vita di una bambina di appena 10 anni in un incubo lo stalker 72enne condannato dal Tribunale di Rimini a 2 anni e 7 mesi per gli atti persecutori nei confronti della piccola. Le prime avvisaglie erano iniziate nel 2019 quando la famiglia della vittima era andata ad abitare nello stesso stabile in cui risiedeva l'anziano, ex professionista, il quale aveva cominciato ad avere un comportamento ossessivo verso la giovanissima vicina di casa. Attenzioni che, in poco tempo, erano diventate sempre più frequenti con il 72enne che non perdeva occasione per parlare con la vittima arrivando a seguirla ovunque andasse. La bambina, infatti, si ritrovava l'anziano fuori dalla scuola, quando portava il cane a spasso o per andare dal veterinario, mentre giocava in giardino arrivando a trovarselo anche in spiaggia. Il comportamento ossessivo del 72enne, secondo quanto emerso, era arrivato a minare a tal punto la piccola che questa aveva iniziato a compiere atti di autolesionismo come ingoiare delle puntine da disegno o incollarsi gli occhi. I famigliari, preoccupati dal comportamento, avevano accompagnato la bambina da uno psichiatra infantile il quale aveva diagnosticato un forte stress dovuto appunto alla presenza dell'anziano definito dalla vittima "un alieno". Ne era nata una denuncia con il giudice per le indagini preliminari Manuel Bianchi che nel settembre del 2021, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Luca Bertuzzi, aveva disposto nei confronti dell’indagato l’obbligo di rimanere ad almeno 500 metri di distanza dalla bambina, il divieto di avvicinarsi alla scuola e alla casa dei nonni e di comunicare con lei in qualsiasi modo. Rinviato a giudizio per atti persecutori il 72enne, difeso dall'avvocato Piero Venturi coi genitori della vittima che si erano costituiti parte civile con l'avvocato Giuliano Renzi, è stato quindi ritenuto colpevole per il suo comportamento. La difesa, tuttavia, ha già annunciato l'intenzione di ricorrere in Appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina perseguitata dall'anziano vicino di casa, lo stalker condannato

RiminiToday è in caricamento