menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All’Hotel Bagli cena con i bambini con diabete dell’ospedale Infermi di Rimini

Grandissima la riconoscenza da parte dell’associazione Diabete Romagna, che sostiene i malati di diabete del territorio romagnolo per migliorare le loro condizioni di vita, alla famiglia Bagli

Una splendida serata all’Hotel Bagli di Rimini ha visto ospiti i bambini con Diabete in cura all’pspedale Infermi di Rimini. I fratelli Stefano e Roberto Bagli, come per consuetudine fanno ormai tutti gli anni, hanno ospitato nel loro albergo questi splendidi  bambini al loro rientro dal campo educazionale in cui hanno avuto modo di sperimentare, assieme ai medici che li seguono durante l’anno, la loro capacità di gestire in autonomia la malattia. Il campo è stato organizzato dall’equipe ospedaliera che segue questi bambini e le loro famiglie e finanziato dalla Regione Emilia Romagna.

Il diabete è una malattia molto subdola, che colpisce non solo gli adulti, ma anche i bambini, spesso molto piccoli. Sono loro i più indifesi, perché non ancora formati dalle esperienze della vita e che si trovano costretti ad imparare ad accettare una malattia che li accompagnerà per tutta la vita e dalla quale non si guarisce. Eppure questi bambini hanno una forza speciale e una gran determinazione che li aiuterà ad affrontare le sfide che la malattia imporrà a loro. Le loro risate e il loro cicalare alla cena offerta dai fratelli Bagli hanno fatto venire il buon umore a tutti i presenti.

Alla cena erano presenti anche Alberto Marsciani, e Annalisa Pedini, i pediatri dell’Ospedale di Rimini che hanno in cura i giovanissimi pazienti, e la psicologa, Samanta Nucci, che li affiancano nella gestione di questa malattia cronica. In prima fila a fianco di questi bimbi i loro genitori, che vivono le preoccupazioni di qualsiasi mamma o papà con l’aggravante di sapere che se la malattia non viene gestita nella maniera migliore i loro figli potranno andare incontro a pericolosissime complicanze. Ha presenziato alla serata anche Elisa Calzetti, in rappresentanza del Coordinamento tra le Associazioni italiane bambini e Giovani con Diabete. Le occasioni di festa e spensieratezza come queste sono ancora più gradite perché sono questi momenti che fanno dimenticare gli ostacoli che il diabete mette davanti e che permettono di sentirsi meno soli nell’ affrontare questa malattia. 

Grandissima la riconoscenza da parte dell’associazione Diabete Romagna, che sostiene i malati di diabete del territorio romagnolo per migliorare le loro condizioni di vita, alla famiglia Bagli. ‘È la generosità di queste persone che ci fa sperare e ci fa credere con convinzione che arriverà un giorno in cui il diabete non dovrà più decidere della vita di nessuno’: queste le parole del Presidente di Diabete Romagna, Pierre Cignani, che invita tutti a dare il proprio contributo per migliorare la vita di chi è costretto a vivere con il diabete tutti i giorni. Per informazioni sulle attività dell’associazione www.diabeteromagna.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento