rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Bambini usati come giocattoli sessuali, a processo la baby sitter e il suo marito

L'uomo e la donna sono accusati di aver molestato i piccoli che avrebbero dovuto accudire

Un'accusa terribile quella che vede a processo marito e moglie sospettati di aver compiuto atti sessuali con due bambini, una femminuccia di 4 anni e un maschietto di 2. La donna, secondo quanto emerso, era la baby sitter dei due piccoli che le erano stati affidati dalle famiglie coi genitori che impegnati col lavoro non riuscivano a seguire i figli. Per questo si erano affidati all'imputata che, però, stando alle accuse avrebbe tradito la fiducia dei parenti dei bambini abusando di loro. Ad accorgersi che c'era qualcosa di strano sono stati gli stessi genitori che, allarmati dal comportamento dei piccoli, hanno deciso di approfondire la vicenda. Il maschietto e la femminuccia, infatti, all'improvviso avrebbero iniziato a fare riferimenti a comportamenti sessuali del tutto inusuali per la loro età tanto da far nascere il sospetto che fossero diventati oggetto di morbose attenzioni da parte degli adulti poi finiti sotto processo.

I genitori si sono quindi rivolti alle forze dell'ordine che hanno iniziato una delicatissima indagine ascoltando, in forma protetta, i due piccoli. Alla presenza di psicologi e psicoterapeuti, durante l'incidente probatorio, ascoltati separatamente sia il maschietto che la femminuccia hanno svelato particolari raccapriccianti sulla baby sitter e il marito di lei. Non è stato tuttavia possibile riuscire a ricostruire con esattezza il numero degli episodi di abusi e, gli imputati, si sono sempre dichiarati estranei alle accuse. Gli elementi in mano alla Procura, comunque, hanno permesso al pubblico ministero di chiedere e ottenere il rinvio a giudizio per i due indagati per violenza sessuale aggravata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini usati come giocattoli sessuali, a processo la baby sitter e il suo marito

RiminiToday è in caricamento