Boato nella notte, la banda del bancomat torna in azione con la "marmotta"

I malviventi sono stati intercettati dai carabinieri ma, dopo un folle inseguimento, sono riusciti a seminare i militari dell'Arma

Foto archivio

Sono stati buttati giù dal letto alle 3.30 i residenti di via Gibuti, a Misano Adriatico, a causa di un boato che li ha svegliati nel cuore della notte tra mercoledì e giovedì. Ad esplodere è stato il bancomat della filiale della Banca Popolare della Valconca finito nel mirino della banda specializzata negli assalti alle casse automatiche. Utilizzando la classica tecnica della "marmotta", i malviventi sono riusciti a scardinare la cassaforte e ad impossessarsi dei contanti all'interno. Una volta fatta piazza pulita delle banconote, la banda è fuggita a folle velocità mentre è scattato l'allarme che ha fatto accorrere le pattuglie dei carabinieri. Le gazzelle, in pochi minuti, sono arrivate in via Giubuti riuscendo ad intercettare l'auto dei fuggitivi in via Alberello e con la quale hanno innescato un inseguimento. Nonostante  tutto, però, i malviventi sono riusciti a seminare i carabinieri facendo perdere le loro tracce. Sono in corso le indagini, con l'acquisizione delle immagini delle telecamere di sorveglianza, per riuscire ad individuare gli autori del colpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • La gelosia e i maltrattamenti dietro il feroce pestaggio di Sant'Andrea in Besanigo

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

Torna su
RiminiToday è in caricamento