rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Riccione

Banda dei Rolex, catturata la batteria autrice di un tentato strappo da 100mila euro

Gli autori materiali non avevano calcolato la reazione della vittima ed erano rovinati sull'asfalto durante la fuga in scooter perdendo i documenti d'identità

E' scattato all'alba di giovedì il blitz dei carabinieri della Compagnia di Riccione che, a Napoli, hanno eseguito 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettante persone ritenute essere i componenti di una batteria di malviventi specializzata nello strappo di orologi di lusso e autori di un tentato colpo da 100mila euro avvenuto nella Perla Verde il 25 aprile di quest'anno. Gli inquirenti dell'Arma, grazie alle telecamere a circuito chiuso, hanno potuto ricostruire tutte le fasi della tentata rapina avvenuta in viale Ceccarini e oltre agli autori materiali hanno identificato anche il presunto "palo" e ulteriori due soggetti ritenuti verosimilmente coinvolti e indagati a piede libero. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i primi due malviventi, in sella a uno scooter, avevano avvicinato alle spalle la vittima, un turista toscano in vacanza con la moglie, puntando direttamente al prezioso Patek Philippe da 100mila euro che l'uomo aveva al polso.

Al momento dello strappo, però, l'uomo aveva reagito violentemente tanto che era nata una colluttazione coi rapinatori che rimasti spiazzati non avevano potuto far altro che risalire sullo scooter e fuggire a mani vuote. I passanti, che avevano assistito alla scena, si erano quindi gettati sui fuggitivi tanto da farli cadere dal due ruote e proseguire la fuga a piedi riuscendo a far perdere le loro tracce. L'intervento dei carabinieri aveva permesso di sequestrare lo scooter trovando, sotto la sella, i documenti dei malviventi. Questi, capendo di essere in trappola, pochi giorni dopo il mancato colpo si erano presentati presso una Stazione dell'Arma nel napoletano per denunciare di essere stati aggrediti da alcuni sconosciuti mentre si trovavano a Riccione e di essere stati derubati dei documenti. Una messa in scena che non ha convito gli investigatori i quali hanno potuto così ricostruire il soggiorno riccionese della banda identificando l'albergo dove avevano alloggiato tutti i componenti. Il cerchio si è così stretto sulla batteria coi tre autori dello strappo che sono stati portati in caserma e, al termine degli accertamenti, trasferiti in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda dei Rolex, catturata la batteria autrice di un tentato strappo da 100mila euro

RiminiToday è in caricamento