Banda del bancomat scatenata, secondo colpo in due giorni

Questa volta l'assalto allo sportello automatico è andato a buon fine e i malviventi sono fuggiti con 35mila euro

Foto archivio

Dopo il colpo fallito alle Poste di Ospedaletto, la banda del bancomat è tornata subito in azione riuscendo a mettere a segno l'assalto esplosivo allo sportello automatico delle Poste di Cattolica. Due colpi in due giorni con l'ultimo andato in scena nella notte tra domenica e lunedì, in piazza della Repubblica, dove i residenti sono stati buttati giù dal letto intorno alle 2. Un esplosione che, oltre a mettere ko la cassaforte, ha devastato el vetrate e gli uffici. I malviventi, probabilmente gli stessi che stanno imperversando anche nel cesenate, hanno utilizzato la classica tecnica della "marmotta". Un pacchetto di esplosivo all'interno di una scatola di ferro, piazzato nelle aperture dello sportello automatico, che dopo il botto è in grado di scardinare il bancomat e "liberare" i contanti custoditi all'interno. Svegliati dall'esplosione, i residenti hanno dato l'allarme ma prima che sul posto arrivassero i carabinieri i componenti della banda erano già riusciti a far sparire il denaro, circa 35mila euro, e a fuggire facendo perdere le loro tracce. Sono in corso gli accertamenti sulle telecamere di videosorveglianza con la speranza che, dalle immagini, possano emergere elementi utili ad individuare gli autori del colpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cammina lungo la via Emilia e viene falciato da un'auto, pedone perde la vita

  • Mamma e figlia investite da un'auto sulla strada per andare a scuola

  • Rinaldini svela gli ingredienti della "Torta dei sogni", il dolce per Fellini offerto in piazza

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Rimini e Forlì

  • Elezioni Regionali 2020 Emilia-Romagna, la guida: ecco come si vota, le liste e i nomi dei candidati

  • Incidente mortale sulla via Emilia, traffico nel caos

Torna su
RiminiToday è in caricamento