Un bando per finanziare le "ecofeste"

Feste e sagre “sostenibili”, ovvero con un impatto il più possibile contenuto sull’ambiente, a partire dalla produzione di rifiuti

Feste e sagre “sostenibili”, ovvero con un impatto il più possibile contenuto sull’ambiente, a partire dalla produzione di rifiuti. Sono centinaia gli eventi che, se non gestiti in modo corretto, possono causare problemi in considerazione del forte consumo di stoviglie “usa e getta” di plastica e di imballaggi. Per questo  la Regione lancia il bando "Ecofeste Emilia-Romagna"  rivolto a Comuni, Associazioni Onlus e Proloco. Obiettivo:  contenere l’ impatto  sull’ambiente delle manifestazioni ricreative, sportive culturali promuovendo l’adozione di diverse misure gestionali e favorendo la scelta di materiali riutilizzabili come piatti in ceramica, posate in metallo, bicchieri in vetro.

L’iniziativa rientra tra le misure del Piano di azione ambientale 2011-2013 e mette a disposizione 300 mila euro. Il termine per presentare le domande è il 15 giugno. L’assegnazione dei contributi avverrà, nel limite delle risorse a disposizione, sulla base di una istruttoria che prenderà in considerazione le dimensioni del progetto, gli interventi di riduzione dei rifiuti previsti e la loro integrazione con altre buone pratiche come, ad esempio, le azioni per il risparmio idrico ed energetico, la valorizzazione degli aspetti naturali del territorio, la promozione dei prodotti da agricoltura biologica.

L’intenzione della regione è quella di “premiare” i comportamenti più virtuosi e le feste che hanno già una tradizione consolidata nel tempo e vengono riproposte con cadenza annuale. In particolare verrà valorizzato l’acquisto di piatti, posate e bicchieri riutilizzabili nonché di lavastoviglie “industriali” per la loro pulizia.     Per l’assessore regionale all’ambiente, Sabrina Freda  “il valore aggiunto delle azioni promosse con il bando è la capacità di innescare meccanismi virtuosi di sensibilizzazione e consapevolezza attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini.

Queste iniziative assumono una rilevanza ancora maggiore se le inseriamo nel contesto della nuova fase di pianificazione che la Regione sta avviando e che nei prossimi mesi ci vedrà coinvolti attivamente nella elaborazione del piano regionale rifiuti”. Tutte le iniziative che saranno qualificate come Ecofeste, oltre agli incentivi economici, riceveranno il logo “Ecofeste Emilia-romagna” da utilizzare nei materiali promozionali ed informativi realizzati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento