rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Barbara Albanesi, il grido d'allarme dell'imprenditrice: "Nel turismo persi centinaia di migliaia di euro"

La titolare del’Hotel Touring, alle prese con un susseguirsi di cancellazioni, vede una ripresa difficile per il settore e chiede un aiuto concreto al Governo

Il Coronavirus mette in ginocchio il turismo e arriva un grido di aiuto dal settore alberghiero. Barbara Albanesi, titolare dell'hotel Touring di viale Regina Margherita chiuso ufficialmente dall’11 marzo, si fa portavoce di un settore fortemente in crisi. “Il settore turistico è uno dei settori più importanti. L’Italia vive di questo e credo sia stato un po’ sottovalutato dal Governo. Servirebbero misure più concrete per aiutare le strutture ricettive ad avere accesso al credito. Misure concrete per aiutarle a farle ripartire una volta passata questa emergenza". Prosegue l’albergatrice: “Ci siamo informati con la Prefettura che ci ha detto che possiamo rimanere aperti e di mettere le mascherine ai dipendenti, ma se queste non si trovano più come possiamo mettere in sicurezza i nostri dipendenti e i nostri ospiti? Ma, soprattutto, per chi rimaniamo aperti dato che non ci sono turisti?”

Infatti in questi giorni è un susseguirsi di cancellazioni.  “Nel solo mese di marzo abbiamo avuto una perdita di 150mila euro dovute alla cancellazione dei congressi, ma non solo. Le disdette continuano ad arrivare. In questi giorni abbiamo avuto la cancellazione di prenotazioni per Pasqua e per l’estate. Mesi in cui il picco da infezioni di Coronavirus in Italia ci si augura sia passato: ma potrebbe esserci nelle altre nazioni d'Europa. La Riviera riminese lavora molto con gli stranieri se questi non potranno partire diventa una criticità per la Riviera. La ripresa senza aiuti concreti dal Governo sarà difficile”. E aggiunge “Tra l’altro, il Governo dice di far fare le ferie ai dipendenti, ma se oggi i dipendenti di qualsiasi azienda utilizzano le ferie significa che non potranno farle in estate e le nostre strutture ne soffriranno. Se le persone non possono andare in vacanza la ripresa sarà lunga e difficile". 

L'hotel Touring - 110 camere e 50 dipendenti - quantifica un danno di centinaia di migliaia di euro e non manca la preoccupazione per il pagamento dei contributi. “È stata comunicata la sospensione dell’iva e dei contributi, ma come potremo pagarli in un unica soluzione il 31 maggio se non abbiamo entrate, non abbiamo liquidità? Siamo totalmente in ginocchio!” E quindi chiede: “Innanzitutto sostegno da parte di tutti gli albergatori del riminese e non solo perché dobbiamo farci sentire. Lo Stato ci deve aiutare concretamente. Ad oggi le misure che vengono prospettate non parlano assolutamente del nostro settore. Abbiamo bisogno di ripartire e di riacquistare anche la fiducia delle persone”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barbara Albanesi, il grido d'allarme dell'imprenditrice: "Nel turismo persi centinaia di migliaia di euro"

RiminiToday è in caricamento