rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Basta allo sfruttamento dei lavoratori stagionali. Il sindacato si mobilita

Una serata di storie e testimonianze degli attivisti e lavoratori che vogliono contrastare la piaga del lavoro nero

Il sindacato Usb (Unione sindacale di base) vuole porre l’accento sulla campagna “Mai più sfruttamento stagionale” e lo farà con un incontro pubblico in programma giovedì (16 dicembre) alle 20,30 nei locali di via Nigra 26. Lungo la serata verranno raccontate e portate alla luce storie delle resistenze allo sfruttamento e al lavoro nero in Riviera.

“Lo sfruttamento del lavoro stagionale a Rimini, così come nella Riviera Romagnola, così come in tante città d'Italia, non è assolutamente un problema recente – spiegano dal sindacato Usb - ha anzi radici profonde e lontane nel tempo, tanto da essere diventato caratteristico delle località turistiche del Belpaese. Come campagna Mai più sfruttamento stagionale abbiamo quindi ritenuto utile e necessario confrontarsi con chi, come noi, in passato si è opposto a questa catena di sfruttamento, che fa fare guadagni da capogiro agli imprenditori alberghieri, del turismo e della ristorazione a scapito di chi produce questa ricchezza”.

Negli scorsi mesi le azioni dello sportello a Rimini della campagna "Mai più sfruttamento stagionale" hanno consentito di  recuperare gli stipendi mancanti di lavoratrici del settore alberghiero, di fare segnalazioni all'ispettorato e di avere un vero e proprio info point sui diritti di lavoratori e lavoratrici in Riviera.

“Siamo consapevoli che la strada sia ancora lunga, troppe le segnalazioni di lavoro nero, assenza di giorno di riposo, malattie non riconosciute; un vero e proprio farwest dei diritti”, aggiungono dall’Usb.

Durante la serata sarà necessario essere in possesso del green pass ed è gradita la prenotazione al numero (351.6994766). Numero posti limitato. Saranno esposti, durante la serata, una serie di manifesti e volantini, con valore documentaristico e storico, delle varie realtà politiche e sociali di cui verrà portata una testimonianza.

“Noi crediamo che chi non ha memoria non ha futuro e perciò abbiamo deciso di organizzare questa serata per raccogliere e condividere testimonianze di attivisti e lavoratori che già dagli anni settanta si organizzarono per contrastare la piaga del lavoro nero”, conclude la nota del sindacato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta allo sfruttamento dei lavoratori stagionali. Il sindacato si mobilita

RiminiToday è in caricamento