menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Battaglia giudiziaria per il business dei visti per la Mecca

Il business dei visti per il pellegrinaggio alla Mecca, città santa per musulmani, è al centro di una battaglia giudiziaria davanti al Tribunale di Rimini

Il business dei visti per il pellegrinaggio alla Mecca, città santa per musulmani, è al centro di una battaglia giudiziaria davanti al Tribunale di Rimini. Alla sbarra è finita la 47enne F.C. le sue iniziali, accusata di falso in scrittura privata. Contro di lei, parte civile nel procedimento, una delle tre agenzie italiane specializzate in pellegrinaggi alla Mecca, la 'Malatesta' di Rimini che l'accusa di averle 'scippato' 300 visti per i pellegrini.

Secondo l'accusa, la donna avrebbe falsificato un documento, depositato anche alla Camera di commercio di Rimini, scritto in arabo e senza la dovuta traduzione, nel quale si attestava che i 300 visti rilasciati dal ministero del Pellegrinaggio dell'Arabia Saudita, per il viaggio previsto nell'ottobre del 2007, venivano ceduti dal legale rappresentate della 'Malatesta' alla tunisina. Quel documento poi era stato consegnato alle autorità saudite dalla 47enne.

Solo in seguito l'agenzia aveva scoperto di non avere più, per quell'anno, la possibilità di organizzare i pellegrinaggi. Un collaboratore inviato al ministero saudita era infatti stato informato del passaggio di 'proprieta'' dei 300 visti. Giovedì in udienza, è stata ascoltata la 47enne che nel frattempo ha aperto una sua agenzia di viaggi, dichiarando che quei visti le erano stati ceduti consensualmente dalla Malatesta. Il titolare dell'agenzia invece ha raccontato che non li avrebbe mai ceduti.

L'avvocato della parte lesa, Riccardo Paci, ha chiesto una provvisionale da 80mila euro per un danno subito stimato di almeno 700mila euro, visto che un pellegrinaggio alla Mecca costa dai 2.000 ai 3.000 euro per persona. La tunisina è difesa dall'avvocato Nicola De Curtis. L'udienza è quindi stata rinviata per le conclusioni delle parti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento