rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Sant'Agata Feltria

Belen vince la gara, è il miglior "cane da tartufo". La fiera di Sant'Agata fa il pieno, ristorante soldout

L’edizione 2022 della Fiera proseguirà nelle domeniche 16, 23 e 30 ottobre

Un record dopo l’altro. Dopo l’enorme affluenza di pubblico riscontrata nella prima giornata, la seconda domenica della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato è riuscita nell’impresa di attirare ancora più visitatori.
Migliaia e migliaia di presenze che sin dalle prime ore del mattino han raggiunto il borgo dell’alta Valmarecchia, desiderose di “farsi “prendere per il naso” dall’aroma pungente e inconfondibile del tartufo bianco pregiato. La 38esima edizione della manifestazione (a ingresso gratuto), baciata dal sole, sta ottenendo risultati straordinari in termini di affluenza e di apprezzamento. “Per poter accogliere tutti i visitatori, i volontari della Santagatese Calcio hanno dovuto aprire le porte anche dal campo da calcio – fa notare il presidente della Pro Loco Stefano Lidoni , salvaguardando ovviamente lo spazio necessario all’eventuale atterraggio dell’elisoccorso”.

Sold out anche l’area camper, sin dal fine settimana, e tuti gli stalli – anche quelli non attrezzati – sparsi nel paese. Numerosa la presenza di pullman francesi e tedeschi, forte la componente di visitatori dal nord Italia. Per offrire a tutti il miglior servizio, il “Capannone dei Ristoranti” ha mantenuto l’apertura anticipata alle ore 11, posticipando la chiusura alle ore 19, per favorire afflusso e deflusso ordinato, senza assembramenti, e ha fatto registrare il tutto esaurito. I ristoratori sono: Villa Labor (Montecopiolo), Spiga d’Oro (Ponte S. Maria Maddalena - Novafeltria), Il Palazzo (Palazzo - Sant’Agata Feltria), Sottobosco (Badia Tedalda).

Nel Parco Montefeltro è andata in scena la tradizionale “Gara per cani da tartufo”. Dalle ore 9, i quattrozampe (si sono dati battaglia per trovare nel minor tempo, il maggior numero di “palline” di tartufo, debitamente nascoste il giorno precedente dalla giuria. L’edizione 2022 è stata all’insegna del… “rosa”, come spesso accade. Tutto il podio è stato interamente occupato da cani femmina, con premiazioni in piazza Garibaldi.

La vittoria è andata a Belen, Bracco femmina di 7 anni, di Marco Docci di Novafeltria. Al secondo posto si è classificata Flora, lagotto, femmina di 4 anni di Simone Campani di Reggio Emilia. Terzo Genziana, grifo nero valnerino di 1 anno, femmina, di Mirco Zoccolante, proveniente da Reggio Emilia. Giù dal podio, ma sempre tra i cinque premiati, Topazia, basset hound di 4 anni, femmina, di proprietà di Marco Rocchi di Longiano. Quinto l’unico maschio premiato, con 2 tartufi rinvenuti: si tratta di Barney, basset hound, di 4 anni, di Marco Rocchi di Longiano.

“I cani in gara quest’anno sono stati particolarmente brillanti. – assicura Andrea Rinaldi, organizzatore della gara - Bravissimi e velocissimi nel rinvenire 3, 5 tartufi neri, avvolti in un tulle di 10x10cm dal pomeriggio precedente, in meno di 3 minuti”.

Il sindaco di S. Agata Feltria Goffredo Polidori e il presidente Pro Loco (che organizza la Fiera) Stefano Lidoni hanno premiato i vincitori con – rispettivamente - 1 prosciutto, una coppa, salame + formaggio, formaggio al quarto e quinto classificato, trofeo e 3 kg di alimenti per cani offerti daAgrimarket di Mercato Saraceno per tutti i partecipanti.
 
Grande successo di pubblico ha ottenuto la dimostrazione apistica in piazza Garibaldi con l’apicoltore Denis Legni della azienda specializzata in attrezzatura apistica “Legni per Api” di Longiano, insieme all’amministratore della Apicoltura Coconta, Lucrezia Toccaceli di San Mauro Pascoli. Le richieste sono state così alte che la Pro Loco intende riproporre la dimostrazione anche in occasione della quarta e quinta domenica di Fiera.

In Fiera il prezioso tubero è garantito dalla presenza di 8 stand, in rappresentanza di zone diverse d’Italia ma tutte ad alta vocazione. Il prezioso tuber magnatum pico è sempre più presente, e in diverse pezzature, in attesa della nuova fioritura ormai alle porte. Molta curiosità suscita il murales allestito in piazza Fabri, quadro pitturato a mano su tela, riproduzione di opere degli anni Settanta dedicate ai sogni e alle fiabe di Antonio Faeti. Si tratta della prima “pietra” del percorso che farà di Sant’Agata il “Paese delle Fiabe”.

L’edizione 2022 della Fiera proseguirà nelle domeniche 16, 23 e 30 ottobre.

Piazza Garibaldi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belen vince la gara, è il miglior "cane da tartufo". La fiera di Sant'Agata fa il pieno, ristorante soldout

RiminiToday è in caricamento