Abusi sul demanio, maxi multa e denuncia per gli imprenditori di Bellaria

Sono 18 i titolari di strutture sulla fascia costiera finiti denunciati dalla Guardia di Finanza, sanzioni per 120mila euro

E' durata oltre 2 anni l'inchiesta della Guardia di Finanza di Rimini, portata avanti dal Reaprto Aeronavale, che ha visto finire nei guai 18 imprenditori di Bellaria Igea Marina per una serie di abusi fatti sull'arenile. Le Fiamme Gialle, secondo quanto emersi, hanno scoperto come gli imprenditori, attraverso una serie di artifici, avrebbero commesso varie violazioni sia di natura amministrativa che penale. In particolare, nel primo caso, non avrebbero mai accatastato 18 immobili ad uso commerciale che, allo stesso tempo, avrebbero portato al mancato versamento dei tributi comunali. Per gli imprenditori, quindi, è arrivata una maxi multa che, in totale, ha toccato i 120mila euro.

Per quanto riguarda l'aspetto penale, la documentazione urbanistico–edilizia acquisita dagli inquirenti della Finanza e relativa a diciotto strutture commerciali ha permesso ulteriori controlli incrociati con l'Ufficio Tecnico del Comune di Bellaria. In questo caso, sarebbero stati accertati una serie di interventi edilizi in assenza dell'autorizzazione paesaggistica, la violazione della normativa antisismica e di innovazioni non autorizzate sul demanio marittimo. Per i 18 imprenditori, quindi, è scattata la denuncia a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento