Cronaca

Porta ospiti a casa ma viene derubato e ricattato, arrestata la banda

Dopo aver soggiornato a casa dell'amico, gli fanno sparire una bicicletta di valore e chiedono il riscatto

Operazione lampo dei carabinieri di Bellaria che, nella serata di venerdì, hanno arrestato tre malviventi con l'accusa di estorsione. Tutto era iniziato qualche giorno fa quando, un bellariese, aveva ospitato in casa sua tre "amici", due albanesi di 18 e 19 anni e un italiano 35enne, che però hanno iniziato a superare ogni limite facendo sparire dalla casa gli oggetti di valore e iniziato a intimorire il proprietario. Quest'ultimo, terrorizzato, non aveva trovato il coraggio di buttarli fuori dall'appartamento tanto che era dovuto intervenire il fratello della vittima per sgomberare gli ospiti. Nel lasciare l'abitazione, tuttavia, il trio si era impossessato di una bicicletta di valore ed era così scattato il ricatto. Se il proprietario la voleva rivedere, avrebbe dovuto pagare loro 150 euro.

Oramai stufo della situazione, il bellariese si è rivolto ai carabinieri e, venerdì sera, è scattata la trappola. Ai malviventi è stato dato appuntamento per la riconsegna della due ruote e il pagamento ma, all'incontro, si sono presentati i militari dell'Arma che hanno fatto scattare le manette ai polsi del trio, tutti già noti alle forze dell'ordine. Portati in caserma, sono stati accusati di estorsione e verranno processati presso il Tribunale di Rimini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta ospiti a casa ma viene derubato e ricattato, arrestata la banda

RiminiToday è in caricamento