Il rapinatore seriale finisce dietro le sbarre, arrestato dai carabinieri

Due i colpi messi a segno dal malvivente che, nell'ultimo mese, ha imperversato lungo le strade di Bellaria

Si è conclusa nella mattinata di mercoledì la carriera di un tunisino 41enne che, nell'ultimo mese, ha imperversato lungo le strade di Bellaria mettendo a segno due rapine. Il nordafricano, secondo quanto emerso, aveva colpito una prima volta la sera del 4 settembre prendendo di mira una signora in bicicletta. Il 41enne, dopo aver affrontato la vittima, le aveva strappato dal collo la borsa per poi spintonarla facendola cadere a terra. Il secondo colpo era andato in scena la mattina del 9 settembre quando, con le stesse modalità, il tunisino aveva rapinato un'infermiera che, sempre in bici, stava andando a lavorare. In questa occasione, dopo averla aggredita, il 41enne aveva immobilizzato la donna strappandole dal collo una catenina d'oro e impossessandosi del suo portafogli. Nella fuga, il nordafricano aveva anche trovalto una collega della vittima che, attirata dalle urla, stava correndo in suo soccorso. Le indagini dei carabinieri, grazie anche alle riprese delle telecamere a circuito chiuso, hanno permesso di individuare lo straniero. Bloccato nella mattinata di mercoledì, il tunisino è stato sottoposto alla misura cautelare del carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento