Truffata dal finto soldato statunitense, doveva far sparire il bottino di guerra

Nella rete del malvivente una signora bellariese convinta dall'uomo a pagare per impossessarsi di 1 milione di dollari

Secondo il suo racconto, lui era un soldato statunitense di stanza in Siria impegnato in una pericolosa missione contro i ribelli jihadisti. La vittima, invece, una signora bellariese 60enne che è stata truffata dal malvivente senza scrupoli. L'inizio della storia parte lo scorso febbraio quando, su un noto social network, la donna viene "agganciata" dal truffatore il quale, oltre a fornire le foto delle sue imprese militari in territorio di guerra, inizia a raccontare di un "fantastico tesoro". Un milione di dollari che il "militare", insieme ai suoi uomini, era riuscito a recuperare come "bottino di guerra" e che la 60enne avrebbe dovuto aiutarli per far arrivare il denaro in Europa.

Nonostante il racconto inverosimile, la vittima ha pagato una prima tranche di 1000 euro chiesta dal militare il quale, visto che la vittima aveva abboccato, ha iniziato a chiedere altri soldi fino a 5500 euro per completare il "viaggio" del famigerato pacco pieno di denaro, proveniente dalla Siria e bloccato in Scozia nonostante i primi pagamenti effettuati. All'aumentare dalla cifra, la signora si è rifiutata e viste vane le ulteriori e insistenti richieste di denaro, il truffatore ha iniziato a minacciare la 60enne di ritorsioni spiegandole che, con i contorni di un caso internazionale che avrebbe coinvolto corrieri esteri, Onu ed Fbi, anche lei sarebbe finita nei guai.

Comprensibilmente preoccupata, non di meno per aver fornito al sedicente soldato i propri indirizzi e recapiti telefonici, la donna si è rivolta infine alla polizia Municipale e, seguendo il consiglio degli agenti, ha sporto denuncia smettendo immediatamente di rispondere alle mail del militare e bloccando i profili Facebook ad esso collegati, compresi quelli ‘nuovi’ con cui il truffatore ha cercato di rientrare nella vita della malcapitata.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento