rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

In bicicletta con due telefonini e diverse carte di credito rubate, arrestato dopo un controllo

Al momento dei controlli il ciclista appare molto agitato e insicuro, finché non getta a terra due telefonini di cui dice non ricordare la password, oltre ad alcune carte di credito

Era in possesso di due telefoni cellulari e alcune carte di credito non sue. Un uomo viene scoperto dalla Polizia di Stato, a seguito di un controllo. L’italiano è stato arrestato con l’accusa di indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento diversi dai contanti e ricettazione. Le manette sono scattate nel pomeriggio di domenica (7 agosto), quando gli agenti osservano a Marina Centro un uomo in bicicletta che aumenta la sua velocità proprio per allontanarsi dalla volante: al momento dei controlli il ciclista appare molto agitato e insicuro, finché non getta a terra due telefonini di cui dice non ricordare la password, oltre ad alcune carte di credito.

I poliziotti approfondiscono il controllo e scoprono che i telefoni cellulari erano settati in lingua estera e che le carte di credito erano intestate ad uno straniero. Inoltre, da un ulteriore controllo in banca dati, si è accertato che gli oggetti in suo possesso erano stati denunciati dal proprietario, quali oggetto di furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In bicicletta con due telefonini e diverse carte di credito rubate, arrestato dopo un controllo

RiminiToday è in caricamento