rotate-mobile
Cronaca Riccione

Nel bilancio 2023 i primi fondi per avviare i lavori in viale Ceccarini. E altre risorse per il decoro urbano

L’amministrazione comunale intende investire importanti risorse in infrastrutture: nel piano triennale delle opere pubbliche sono previsti 25 milioni di euro soltanto per il 2023

Grandi opere per rendere la città più bella, funzionale e di richiamo per i turisti. Robusto sostegno alle famiglie riccionesi in campo sociale. Puntuali e diffusi interventi per ripristinare il decoro urbano, soprattutto strade, marciapiedi e verde. Sono tre i pilastri fondanti della bozza del bilancio di previsione per il 2023 che l’amministrazione comunale di Riccione ha predisposto e sulla quale ha avviato il confronto con organizzazioni politiche e parti sociali.

Si tratta di una proposta di bilancio che dal Municipio viene considerata ambiziosa ma necessaria per il rilancio di Riccione e il sostegno alla cittadinanza in difficoltà. Il 2023 sarà un anno complicato per le finanze pubbliche perché si prevedono due milioni di euro di aumenti per le spese energetiche a carico del Comune e un quasi un milione di euro più di spesa per il personale (900.000 la stima annua a seguito dell’entrata in vigore del nuovo contratto di lavoro), oltre a una uscita ulteriore di un milione e 400mila euro derivante dal Pef biennale (piano economico finanziario) di Hera, così come stabilito a fine 2021. Tutto ciò nonostante, l’amministrazione comunale intende investire importanti risorse in infrastrutture: nel piano triennale delle opere pubbliche sono previste opere per 25 milioni di euro soltanto per il 2023 (85 fino al 2025). Gli investimenti più robusti riguarderanno la riqualificazione di tutta l’area di viale Ceccarini e dintorni e del porto canale. Ma sono tantissimi gli altri interventi di restyling di numerose aree cittadine anche grazie ai fondi del Pnrr.

L’amministrazione guidata dalla sindaca Daniela Angelini intende però dare risposta alle esigenze che stanno emergendo durante gli incontri dei quartieri (#riccionepartecipa) oltre che precedentemente, durante la campagna elettorale, ovvero il ripristino del decoro urbano. In tante zone della città viene denunciata la presenza di marciapiedi disastrati, di strade piene di buche, di incuria nella gestione del verde pubblico. Nella bozza di bilancio viene previsto oltre un milione di spesa in più per la manutenzione straordinaria delle strade, la manutenzione del verde pubblico (anche al fine della messa in sicurezza del patrimonio arboreo) e del decoro urbano, oltre che nella lotta parassitaria: interventi che prevedono, peraltro, il rilancio di Geat.

Il campo sociale sarà quello di grande intervento da parte dell’amministrazione comunale. Viene ritenuto necessario rendere ancora più accessibili i servizi a chi è più in difficoltà oltre che dare attuazione a politiche abitative a vantaggio delle categorie più deboli. E viene previsto un sostegno economico al fine di rendere più accessibili i servizi educativi. L'amministrazione comunale prevede inoltre di investire potenziando il personale della Polizia locale, portandone gli agenti a essere sempre più vicini alle esigenze della cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel bilancio 2023 i primi fondi per avviare i lavori in viale Ceccarini. E altre risorse per il decoro urbano

RiminiToday è in caricamento