San Leo, chiusi i centri estivi del Comune: il bilancio è positivo

La giornata tipo prevedeva l'arrivo in struttura, la “Colonia Comasca”, di fronte al Bagno 86 di Bellariva, verso le 9.00 del mattino, per un saluto iniziale con i ragazzi di Rimini con i quali si condivideva la struttura

FOTO DI REPERTORIO

Si sono conclusi venerdì scorso i Centri Estivi al mare organizzati anche dal Comune di San Leo, attività per i bambini della nostra vallata, suddivisi per Comuni. L'esperienza ha coniugato divertimento, socializzazione ad autonomia e responsabilità in un ambiente adatto e conforme alle esigenze dei bambini. Ai Centri Estivi hanno partecipato i bambini dai 6 ai 14 anni, suddivisi in base all'età in gruppi coordinati da educatori esperti e preparati.

La giornata tipo prevedeva l'arrivo in struttura, la “Colonia Comasca”, di fronte al Bagno 86 di Bellariva, verso le 9.00 del mattino, per un saluto iniziale con i ragazzi di Rimini con i quali si condivideva la struttura per poi passare ad un proseguirsi di attività: giochi con la sabbia, tornei, attività ludiche di gruppo, passeggiate, piscina... il tutto per imparare e divertirsi insieme. La pausa pranzo è avvenuta all'interno della Colonia con servizio mensa. La cooperativa selezionata per la gestione è stata la Service Web di Rimini.

Oltre all’attività dei campi solari, il Comune di San Leo si è attivato per poter offrire altre due importanti attività estive per i bambini ed i ragazzi: il fondamentale servizio di trasporto per il centro estivo Tana Libera Tutti (Centro Ippoterapia di Novafeltria) e, per la prima volta, l’organizzazione dell’apprezzato Centro Estivo presso la scuola di San Leo, gestito dalla Coop. CAD, eccezionalmente servito anche da un servizio di trasporto Pietracuta-San Leo.

 “Soltanto con la sinergia fra Comune di San Leo, Unione Valmarecchia, associazioni, volontari e genitori è stato possibile offrire un così ampio spettro di opportunità di fondamentale socializzazione fra i bambini, azioni finalizzate anche ad aiutare le famiglie, a costi accessibili e difficilmente riscontrabili in altre realtà - afferma il sindaco Mauro Guerra -. Non è cosa scontata in tutti gli enti, soprattutto “di questi tempi” ed è pertanto giusto ringraziare tutti coloro che hanno collaborato al buon esito delle iniziative, anche di quelle tuttora in corso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento