Bimbo di 3 anni muore in incidente stradale, automobilista assolto e condannato il padre del piccolo

Il dramma si era consumato nel gennaio del 2019 in via Cagnona dove la vittima era stata investita da un veicolo in transito

Si è consluso con un'assoluzione il processo che vedeva un 40enne bellariese, difeso dall'avvocato Vincenzo Gallo, imputato di omicidio stradale per aver investito un bambino di 3 anni. Un procedimento che, allo stesso tempo, ha visto condannare a 2 mesi con rito abbreviato il padre della piccola vittima per omessa vigilanza su minore. Il dramma si era consumato il 4 gennaio del 2019 a San Mauro, lungo la via Cagnona, a circa un chilometro di distanza dal Romagna Shopping Valley. Secondo quanto era emerso all'epoca, intorno alle 18 l'Audi A2 sulla quale viaggiavano padre e figlio di origini senegalesi era ferma ai lati della carreggiata con l'adulto che era sceso dall'abitacolo. Improvvisamente anche il bambino, Kadim Ndaye che solo pochi giorni dopo avrebbe compiuto i 4 anni, è uscito fuori dalla vettura probabilmente slacciandosi da solo la cinghia che lo teneva legato al seggiolino.

Finito in mezzo alla strada, il piccolo era stato evitato da un primo veicolo che stava sopraggiungendo ma il secondo, una Fiat Punto che procedeva in direzione mare e guidata dal 40enne bellariese, lo aveva centrato in pieno e dopo l'impatto l'utilitaria era volata nel fosso che costeggia la carreggiata. Nello scontro Kadim aveva riportato delle lesioni tremende e, sul posto, erano accorsi i mezzi del 118 coi sanitari che avevano rianimato una prima volta il bambino per poi tentare una disperata corsa alla volta del "Bufalini" di Cesena ma tutto si era rivelato inutile col piccolo che era deceduto durante il trasporto. Nella sentenza il giudice ha stabilito, per il guidatore, che il fatto non costituisce reato ravvisando nei confronti del padre della vittima il delitto di omessa vigilanza su minore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento