Cronaca

Bimbo positivo in classe, gli altri genitori presentano un esposto ai carabinieri

Il piccolo sarebbe stato portato a scuola dai famigliari nonostante non fossero ancora arrivati i risultati del tampone

Monta la protesta dei genitori di una scuola dell'infanzia della Valconca che hanno presentato un esposto ai carabinieri per chiedere maggiore chiarezza sulle vicende che hanno portato l'intera classe ad essere messa in quarantena in seguito alla positività di un piccolo alunno. Secondo la ricostruzione fatta dai parenti dei piccoli, il bimbo affetto da Covid avrebbe frequentato l'istituto mentre si aspettava l'esito del tampone. In particolare l'alunno, il giorno successivo al test, è stato accompagnato a scuola per poi essere ritirato in tutta fretta appena scoperta la positività.

Nel frattempo è scattato il protocollo del caso con tutti gli altri bambini che erano venuti a contatto col piccolo messi in quarantena fino al 22 aprile. I genitori lamentano il fatto che i parenti del primo caso, nell'incertezza dei risultati delle analisi, abbiano comunque fatto frequentare la scuola al figlio. Nel mirino dell'esposto presentato ai carabinieri, quindi, fanno un'esplicita richiesta di approfondire l'autocertificazione che impone la compilazione del modulo in cui si dichiara che i bambini non presentano sintomatologie riconducibili al Covid, l'assenza di febbre e di non essere stati a contatto con persone positive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo positivo in classe, gli altri genitori presentano un esposto ai carabinieri

RiminiToday è in caricamento