Bivaccano al porto-canale, indentificati 22 senza tetto

Sabato mattina i Carabinieri della Motovedetta CC-N510 unitamente ai colleghi della Stazione di Rimini e del Nucleo Radiomobile hanno proseguito le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dell’area del Porto Canale

Nella mattinata del 28 luglio a Rimini, i Carabinieri della Motovedetta CC-N510 unitamente ai colleghi della Stazione di Rimini e del Nucleo Radiomobile hanno proseguito le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dell’area del Porto Canale, finalizzate al recupero di questo splendido scorcio cittadino da restituire alla gente, passando al setaccio anche l’area della spiaggia libera di piazzale Boscovich ove erano stati individuati alcuni stranieri dediti al bivacco.

Il servizio ha posto fine a quanto era emerso da precedenti servizi di osservazione, ovvero che, da ormai una decina di giorni, alcuni stranieri senza fissa dimora avevano adibito i ponti del porto canale e le pensiline delle scale a rifugi per la notte e ripari dalla canicola estiva. Stamane all’alba i militari hanno bloccato ed identificato 22 senzatetto che dal porto canale discendevano verso la spiaggia libera, conducendoli presso la vicina Stazione CC di Rimini al fine di verificare la loro posizione sul territorio nazionale.

Nel frattempo sono stati anche ispezionate le due banchine del porto–canale, il ponte ferroviario e l’interno di alcune barche semi affondate dove sono stati rinvenuti i giacigli di fortuna e rintracciate altre 6 persone. Tutte le imbarcazioni, per la sicurezza della navigazione e perché chiaramente in stato di abbandono, sono state recuperate e trasportate presso un cantiere della nuova darsena e sottoposte a sequestro. Grazie al prezioso contributo della società “Hera” si è provveduto a far rimuovere i giacigli di fortuna ed a far bonificare la zona sulle due sponde del canale dai rifiuti lasciati dagli occupanti abusivi. Per 9 dei circa 30 stranieri rintracciati, al termine degli accertamenti sono state avviate le procedure per l’espulsione.

Nel corso dell’operazione di “bonifica”, sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich e del porto canale si è anche proceduto all’identificazione di un gruppo di magrebini che, pur risultando regolari sul territorio nazionale, sono fortemente sospettati di vivere di espedienti, non escludendo i furti in spiaggia.
I Carabinieri continueranno ad operare in zona, affinchè essa possa essere restituita e pienamente vissuta dai cittadini riminesi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento