Cronaca

Blitz della Guardia di Finanza, sequestrate le cabine di uno stabilimento balneare

Il bagnino: "Abbiamo fatto tutto seguendo le regole, per noi una situazione come questa è una mazzata all'inizio della stagione balneare"

Blitz del Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza sulla spiaggia di Bellaria dove, nella giornata di martedì, sono state messe sotto sequestro le cabine appena costruite del bagno Koko Bay. A finire sotto sigilli, oltre a quella del bagnino con il suo ufficio, le strutture che ospitano gli spogliatoi, i bagni, le docce e i magazzini. In tutto 16 cabine che erano pronte ad essere allestite per la stagione estiva. "Ci contestano la mancanza di un documento per la loro realizzazione - ha spiegato il titolare del bagno 75, Spartaco Gori - ma noi i lavori li abbiamo eseguiti seguendo tutte le regole. Una situazione come questa, all'inizio dell'estate, per la nostra attività è una vera e propria mazzata e adesso non sappiamo come fare per i clienti. Per fortuna parte delle vecchie strutture, che non sono state ancora demolite, possono essere ancora utilizzate per i servizi come le docce e le toilette altrimenti sarebbe stato un disastro. Sono amareggiato e deluso perchè, oltre ad essere sicuro di non aver commesso alcun illecito, sono certo che questo sia il frutto di una delazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Guardia di Finanza, sequestrate le cabine di uno stabilimento balneare

RiminiToday è in caricamento