rotate-mobile
Cronaca San Leo

"Blitz" di Lupin III a San Leo: la Fortezza conquista i fumettisti giapponesi

I dati auditel registrano per "Lupin III – L’avventura italiana" un ascolto di 1.338.000 spettatori con uno share del 6.60% nel primo episodio (San Marino), 983.000 con share del 5.50% nel terzo (San Leo).

Anche a San Leo, l’attesa per la messa in onda delle prime puntate della nuova serie di Lupin III “ambientata” in Italia (San Leo compresa) e a San Marino, è stata tanta e ben ripagata, così come la soddisfazione di riconoscere il centro storico nell’ambito della terza puntata andata in onda domenica sera su Italia 1, alle ore 22 circa. I dati auditel registrano per "Lupin III – L’avventura italiana" un ascolto di 1.338.000 spettatori con uno share del 6.60% nel primo episodio (San Marino), 983.000 con share del 5.50% nel terzo (San Leo).

"Dalla produzione, grazie agli amici di San Marino e del Festival internazionale del fumetto e del cinema d’animazione di Rimini - Cartoon Club, ci avevano confermato sabato sera che la puntata con i rimandi, ambientazioni, paesaggi di San Leo, sarebbe stata la terza - esordisce il sindaco di San Leo, Mauro Guerra -. Nel 2012 ospitammo i disegnatori e tecnici giapponesi, facendo loro conoscere la Fortezza, i monumenti leontini, i nostri paesaggi e suggestioni del centro storico (anche grazie alla nostra buona tavola) nell’ambito della tradizionale e costante collaborazione con la Repubblica di San Marino. Poi, nel 2014, li abbiamo con piacere ritrovati in centro storico, per i sopralluoghi della nuova serie del cartone animato. La puntata andata in onda domenica ci ha meravigliato sia per la pressoché totale ambientazione della puntata a San Leo, sia per la cura nella definizione dei particolari del centro storico: Cattedrale, Fortezza, Piazza, Fontana (pre-restauro) ed abitazioni sono infatti facilmente riconoscibili".

"Ulteriore soddisfazione è quella di essere stati protagonisti geografici di una serie che narra di celebri siti italiani quali Roma, Pisa e Firenze in rappresentanza della bellezza e della qualità - chiosa il primo cittadino -. La serie sarà promossa anche all’estero, con piacevoli conseguenze anche per la notorietà internazionale di San Leo. Senza la collaborazione con la Repubblica di San Marino, Cartoon Club Rimini ed una buona capacità di tenere relazioni, non sarebbe stato possibile arrivare al risultato che, peraltro senza costi per l’amministrazione comunale, consideriamo veramente importante in termini di promozione ed immagine”. Le suggestioni della Fortezza di San Leo erano già state in passato fonte di ispirazione per il secondo lungometraggio dedicato al personaggio di Lupin III, con il cartone del 1979 (in televisione su Italia 1 il 1º gennaio 1984) diretto da Hayao Miyazaki “Lupin III: il castello di Cagliostro”, seppur le architetture allora disegnate non erano realistiche, come questa volta. Anche allora, il collegamento con San Leo era rappresentato dall’episodio del furto della Collana di Maria Antonietta ed al personaggio di Cagliostro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Blitz" di Lupin III a San Leo: la Fortezza conquista i fumettisti giapponesi

RiminiToday è in caricamento