Boato nella notte, nuovo colpo esplosivo della banda dei bancomat

I malviventi sono entrati in azione prendendo di mira lo sportello automatico della filiale Carim del "Colosseo", completamente sventrata l'apparecchiatura e danni alla struttura

Nuovo colpo della banda del bancomat che, nella notte tra martedì e mercoledì, ha preso di mira la filiale della Carim del "Colosseo" in via Coriano. Approfittando della zona isolata, i malviventi sono arrivati nel parcheggio della struttura e, come da copione, hanno iniziato a pompare nell'apparecchiatura il gas esplosivo per poi accendere l'innesco. Il boato ha divelto dalla parete il bancomat, ma la cassaforte è riuscita a resistere all'esplosione, mettendo in allarme i residenti di via Coriano. Con l'entrata in funzione del sistema antifurto, la banda non è riuscita a impossessarsi dei contanti dello sportello automatico ed è quindi fuggita in tutta fretta prima dell'arrivo dei carabinieri. Quando le pattuglie dell'Arma sono arrivate sul posto, non è stata trovata nessuna traccia dei malviventi. L'esplosione ha danneggiato seriamente gli uffici dell'istituto di credito che, mercoledì, non hanno potuto aprire. Gli inquirenti dell'Arma sono al lavoro per acquisire i filmati delle telecamere a circuito chiuso che sorvegliano lo sportello automatico e la palazzina degli uffici dell'Ausl con la speranza che, gli occhi elettronici, possano aver catturato delle immagini utili per le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento