Bomba di capodanno, tra i sospettati dell'attentato un ex studente di Rimini

E' stato il Dna a incastrarlo per l'attentato contro la libreria di CasaPund nel quale è rimasto gravemente ferito un artificiere

Cinque militanti anarchici sono stati arrestati dalla polizia a Firenze, in relazione all’attentato avvenuto davanti alla libreria di CasaPound "Il Bargello" lo scorso capodanno nel capoluogo toscano. Un attacco durante il quale l’artificiere della polizia Mario Vece è rimasto gravemente ferito, perdendo una mano e un occhio. Il pacco bomba era stato piazzato tra le maglie della saracinesca della libreria Il Bargello di via Leonardo Da Vinci, che fa riferimento al movimento di estrema destra. L’ordigno aveva un timer ed è esploso quando il tecnico della polizia ha iniziato a esaminarlo. L’accusa nei confronti dei cinque è costruzione, detenzione e porto in luogo pubblico di un ordigno esplosivo, tentato omicidio e danneggiamento aggravato. Nella rete degli investigatori è finito, tra gli altri, Salvatore Vespertino, 31enne originario di Nuoro, il quale risulta ancora residente a Rimini, in via Raffaele Tosi, anche se all'epoca dell'attentato era domiciliato nel capoluogo toscano.

Ad incastrarlo è stato il Dna, isolato dagli inquirenti nel nastro adesivo servito per confezionare la bomba, e una telefonata, intercettata dalla polizia, dove viene indicato come "l'eroe" dell'attentato. Secondo le indagini, sarebbe stato proprio Vespertino a realizzare l'ordigno poi fatto esplodere con un timer. Il 31enne, che si trovava a Rimini per motivi di studio dal 2014, era un militante anarchico di vecchia e vicino ai centri sociali. Scappato all'estero subito dopo l'attentato, aveva girato per Francia e Spagna fino a quando, nei giorni scorsi, era rientrato a Firenze dove, poi, è stato arrestato. Per l'attentato di capodanno i reati contestati sono quelli di tentato omicidio, detenzione e porto in luogo pubblico di un ordigno esplosivo e danneggiamento aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento