rotate-mobile
Cronaca

Bonaccini sotto attacco dei No vax, la solidarietà del sindaco Sadegholvaad e della Petitti

Le scritte sono apparse sui muri della sede della Regione Emilia-Romagna, nel mirino anche il sindaco di Bologna Matteo Lepore

"La mamma degli imbecilli è sempre incinta". Twitta così Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna dopo le scritte spray, contro lo stesso governatore e contro il sindaco di Bologna Matteo Lepore, apparse oggi sulla parete di un palazzo della Regione. "Bonaccini nazista", "Lepore nazista", "I vaccini uccidono", Green Pass "Ricatto nazista" e "Nazi Pass", si legge sul muro della Regione, con accanto il simbolo dei "Vivi", gruppo complottista attivo in rete. "Scritte inaccettabili, che diventano ancora più vergognose a due giorni dalla Giornata della Memoria, in cui si ricorda la tragedia dell'Olocausto e dei crimini nazisti". Interviene così la presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Emma Petitti, aggiungendo: "Esprimo la mia solidarietà e quella di tutta l'Assemblea ai due amministratori: in questo momento serve solo responsabilità, non gesti e parole ignobili". "Scritte vergognose che si commentano da sole" ha aggiunto il sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad, esprimendo la sua solidarietà al collega bolognese e al presidente della regione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaccini sotto attacco dei No vax, la solidarietà del sindaco Sadegholvaad e della Petitti

RiminiToday è in caricamento