rotate-mobile
Cronaca

Boom di taxisti abusivi, nelle ultime settimane fermati sette veicoli

A dare l'allarme è la polizia Stradale di Rimini che ha scovato un nuovo sistema utilizzato per cercare di aggirare la Legge

E' un vero e proprio boom di taxisti abusivi quello che, negli ultimi mesi, è stato registrato dal personale della polizia Stradale di Rimini che, allo stesso tempo, lancia l'allarme sul preoccupante fenomeno. Solo nelle ultime due settimane, sono stati 7 i veicoli sottoposti a fermo in quanto pizzicati a trasportare passeggeri senza alcuna autorizzazione. Secondo quanto emerso dagli accertamenti, sono state costituite diverse associazioni, apparentemente senza fini di lucro, che dietro il dichiarato scopo di promuovere attività di cultura, mascherano di fatto attività commerciali che, a tutti gli effetti, rientrano nei servizi di taxi o di noleggio con conducente eludendo tutti gli obblighi fiscali e amministrativi a cui invece sono sottoposti tutti i veicoli e conducenti regolari. Tali attività, secondo gli inquirenti, hanno creato turbative a carattere di ordine pubblico e sicurezza sociale, infatti sono arrivate alle forze dell'ordine diverse segnalazioni di atteggiamenti intimidatori compiuti nei confronti dei conducenti regolari che vengono “invitati”  ad allontanarsi dai luoghi di principale interesse.

Per la Stradale, chi illecitamente pone in essere tali attività, non può certamente offrire agli utenti gli stessi standard di garanzia e sicurezza di chi è regolarmente autorizzato e formato a fornire il servizio. Non in ultimo vi è un grave problema di concorrenza sleale a discapito dei titolari di attività legalmente autorizzate che proprio per fornire un servizio sicuro e regolare sostengono costi gestionali che portano ad offrire un servizio necessariamente ad un prezzo maggiore. I servizi specifici di contrasto hanno avuto inizio già con i ponti festivi di fine aprile e maggio e proseguiranno nel corso di tutta la stagione estiva. Fin da subito hanno dato un positivo riscontro e, solo nelle ultime due settimane, si è proceduto al fermo di 7 veicoli adibiti a noleggio ad altrettanti conducenti privi dei titoli autorizzativi che sono stati sanzionati con la sospensione della carta di circolazione, da parte della motorizzazione civile, per un periodo da 1 a 8 mesi. Nello specifico i veicoli sottoposti al fermo amministrativo sono tutti furgoni con capienza di otto posti oltre al conducente (Opel Vivaro, Fiat Ducato, Mercedes Sprinter, Iveco Daily, Volkswagen Transporter), controllati fuori dalle discoteche  nonché in due circostanze nei pressi della fiera di Rimini in occasione della recente kermesse musicale  del Music Inside Festival. I conducenti dei veicoli contravvenzionati erano tutti italiani, tranne in un caso dove il guidatore era di nazionalità rumena.  Alcuni di essi, S.F. classe 67, S.D. classe 59, L.U. classe 61, F.S. classe 64, erano persone già note alle forze dell’ordine ed in particolare L.U. è risultato avere precedenti anche per reati inerenti gli stupefacenti, immigrazione clandestina,  prostituzione e già sanzionato per guida senza patente.   A bordo dei predetti veicoli circa 40 ragazzi, ignari di essersi rivolti a persone non autorizzate a svolgere attività di trasporto passeggeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di taxisti abusivi, nelle ultime settimane fermati sette veicoli

RiminiToday è in caricamento