menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botte e minacce a chi non pagava la droga: arrestati due spacciatori violenti

Sei mesi d'indagini hanno permesso ai Carabinieri di Bellaria di arrestare due campani, rispettivamente di 34 e 39 anni, con le accuse di rapina aggravata in concorso, estorsione e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Sei mesi d'indagini hanno permesso ai Carabinieri di Bellaria di arrestare due campani, rispettivamente di 34 e 39 anni, con le accuse di rapina aggravata in concorso, estorsione e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (in particolar modo cocaina, ma anche di marijuana e hashish). Gli inquirenti hanno documentato che i due indagati "recuperavano crediti" nei confronti di clienti morosi, con minacce e azioni violente.

Tutto è iniziato il 7 maggio 2012 quando i due si erano presentati ad un operaio di Bellaria e con fare aggressivo e intimidatorio lo avevano minacciato per estorcergli telefono e indirizzo di un collega, che a loro dire doveva una somma di denaro. Davanti a testimoni i due avevano picchiato l'operaio, una sorta di 'messaggio' al collega moroso. Sul posto erano intervenuti i carabinieri, che avevano preso nota della denuncia della vittima. Dopo alcune ricerche, i militari erano risaliti all'identità del bellariese indebitato con i due napoletani.

E' emerso così che i due, oltre a prestarsi come manovalanza per recupero crediti, usavano spacciare droga anche in grande quantità. Il bellariese doveva infatti loro 500 euro per alcune dosi di cocaina: non potendo pagare si era nascosto, scatenando i due napoletani in una serrata caccia all'uomo.  E' stata appurata anche una falsa accusa di ingiuria (con querela depositata direttamente presso la Procura della Repubblica di Rimini) a carico del debitore e di suoi testimoni, al fine di precostituire un alibi e rimanere impuniti per l’aggressione del 7 maggio. Ora i due campani sono in carcere al "Casetti" a disposizione della magistratura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento