Cronaca

Covid, l'sos di Bottura per gli oltre mille agriturismi della regione: "Così rischiano la chiusura"

Lo chef stellato: "Tutta la ristorazione subirà un danno incalcolabile"

Lo chef Massimo Bottura lancia un sos per la tenuta degli agriturismi, che dovranno chiudere alle 18 come le altre attività di ristorazione. "Lo stop previsto dal nuovo Dpcm per le 1.160 imprese agrituristiche emiliano-romagnole equivale alla chiusura delle attività che non potranno sostenere i costi di apertura con i soli proventi del pranzo, i cui introiti nei giorni feriali hanno incidenza molto ridotta rispetto a quelli determinati dalla fascia oraria 18-21", evidenzia il cuoco stellato, presidente di Turismo Verde Emilia-Romagna, sottolineando coma la disposizione del Governo non tenga conto delle garanzie di distanziamento sociale offerte dagli spazi in piena campagna.

"Tutta la ristorazione subirà un danno incalcolabile e se a queste ingenti perdite di quote di mercato si aggiungeranno i prevedibili effetti delle nuove misure restrittive, assisteremo anche a perdite di posti di lavoro: stimiamo che in Emilia-Romagna gli addetti impegnati nel settore agrituristico sono circa 4.000", ricorda Bottura. "Il nuovo Dpcm avrà anche un impatto fortemente negativo per tutte le aziende agricole che hanno come unico sbocco commerciale ristoranti, bar, mense, hotel e che pagheranno un conto salato per la contrazione delle forniture di cibo fresco a tutto il comparto dell'agroalimentare 'fuori casa'", conclude il presidente regionale di Cia, Cristiano Fini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, l'sos di Bottura per gli oltre mille agriturismi della regione: "Così rischiano la chiusura"

RiminiToday è in caricamento