Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Bullismo al centro estivo, indagati quattro educatori per maltrattamenti

La giovane vittima sarebbe stata presa di mira da un gruppo di ragazzini, i responsabili devono rispondere anche di mancato controllo

Sono 4 gli educatori di un centro estivo, tutti tra i 30 e i 35 anni, finiti indagati dalla Procura di Rimini per una serie di episodi di bullismo che hanno visto finire un minorenne nel mirino di altri ragazzini del campo sportivo. I presunti sopprusi risalgono alla scorsa estate quando la vittima, di 10 anni, sarebbe stata oggetto di una serie di prese in giro, insulti, botte e anche pesanti scherzi. Il tutto all'interno di un centro estivo dedicato allo sport al quale i giovanissimi erano stati iscritti. A far emergere la vicenda erano stati i genitori della vittima i quali, durante l'estate, si erano accorti che qualcosa non andava e che, il loro figlio, non andava volentieri al centro. A togliere ogni dubbio, qualche giorno prima della fine, era stata la stessa vittima tornata a casa con un occhio nero che aveva fatto scattare una denuncia da parte del padre e della madre.

Il bambino, nella giornata di lunedì, è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari e ha ripercorso quanto accaduto nell'estate del 2016. Una storia di sopprusi e di "scherzi" non graditi avvenuti anche sotto le docce della piscina con la vittima che, secondo il suo racconto, era stata costretta con la forza a fare il bagno vestito. Gli autori degli atti di bullismo sarebbero tutti coetanei del ragazzino e, quindi, non imputabili. Per questo, a rispondere delle accuse, sono gli educatori i quali sono indagati anche per il mancato controllo di quanto sarebbe accaduto nel centro estivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo al centro estivo, indagati quattro educatori per maltrattamenti

RiminiToday è in caricamento