Buoni spesa per le famiglie in difficoltà: ancora pochi giorni per fare richiesta

L'assessore Cerri: "Siamo consapevoli delle crescenti difficoltà economiche delle famiglie in questa seconda ondata dell'emergenza epidemiologica da Covid-19"

Nell'ambito del Decreto Legge 154/2020 "ristori ter" il Governo ha recentemente messo a disposizione di tutti i Comuni un Fondo di solidarietà alimentare, da erogare alle famiglie che si trovano in uno stato di disagio socio-economico a causa dell’eccezionalità dell’emergenza Covid-19 e che si trovano temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita, anche a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso. L'assessore ai servizi sociali del comune di Cattolica Daniele Cerri, appena appresa la notizia dell'erogazione dei fondi governativi, ha attivato i Servizi competenti per fare in modo di erogare buoni spesa alle famiglie in difficoltà nel più breve tempo possibile, e comunque prima delle Feste Natalizie.

“Siamo consapevoli – evidenzia Cerri - delle crescenti difficoltà economiche delle famiglie di Cattolica in questa seconda ondata dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. L'obiettivo dell'Amministrazione è garantire a tutti i concittadini e a tutte le famiglie di poter affrontare con un po’ di serenità questa complessa fase, disponendo di risorse per l'acquisto dei beni di prima necessità prima del Natale”.

Gli uffici Amministrativi, ad inizio dicembre, hanno elaborato un Avviso pubblico (reperibile al link: https://bit.ly/2HXc19C ) che specifica i requisiti per l'accesso ai contributi, le procedure di presentazione della richiesta e le modalità di erogazione e utilizzo dei contributi. Sarà possibile presentare domanda ancora fino a venerdì. “Chiediamo a tutti i cittadini – aveva concluso Cerri - di rispettare, nella fase di presentazione della domanda, le regole di distanziamento fisico e di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale - evitando assembramenti di fronte agli uffici comunali. I Servizi, da parte loro, garantiranno la massima collaborazione, telefonica ed in presenza, a supporto della cittadinanza”.

Come viene riconosciuto il sostegno

Coloro che presenteranno richiesta riceveranno riscontro con SMS in merito all'erogazione di contributi. Il contributo verrà erogato agli aventi diritto mediante accredito delle risorse, a favore degli aventi diritto, su Tessera Sanitaria e potrà essere utilizzato per l'acquisto di beni di prima necessità (prodotti igienici e alimenti per bambini e neonati, prodotti alimentari a lunga conservazione, freschi, preparati da banco, congelati/surgelati escluse bevande alcooliche e superalcoliche, prodotti per l'igiene personale e la pulizia della casa esclusi cosmetici e generi di maquillage, prodotti parafarmaceutici e farmaceutici esclusi prodotti integratori per incremento delle prestazioni sportive).

Come si possono usare le somme e informazioni

La tessera sanitaria potrà essere utilizzata immediatamente come un Bancomat, per acquistare beni di prima necessità presso gli esercenti aderenti al circuito “DAY Welfare” descritti in allegato (informazioni all’utenza, numero verde: 800 004 191 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17,30 con orario continuato).

Per avere informazioni sulla compilazione o prendere un appuntamento per la consegna a mano, è possibile chiamare il numero telefonico 0541 966 514 oppure 0541 966 677 dal lunedì al venerdì con orario 9.00 – 13.00, martedì e giovedì 15.00 – 18.00; via email all'indirizzo: servizisociali@cattolica.net

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento