menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

“Abbiamo venduto 10 biciclette al giorno con picchi di 25”. Ecco come i rivenditori di due ruote del riminese stanno vivendo gli incentivi sulla mobilità

I negozi di biciclette tirano un sospiro di sollievo. Nella crisi generale causata dal Covid 19 sono i primi a sorridere grazie al bonus bici. Si tratta di un incentivo economico per l’acquisto di mezzi per la micromobilità personale a propulsione anche elettrica come biciclette e monopattini. Il bonus copre il 60% del costo del mezzo e non può superare i 500 euro. Il bonus è stato creato per invogliare le persone a muoversi autonomamente all’interno delle città, limitando l’utilizzo dei mezzi pubblici, che in questa fase avranno ancora molti problemi a causa del distanziamento sociale.

Una misura riservata a tutti i cittadini maggiorenni residenti in città metropolitane (o nei comuni delle città metropolitane), nei capoluoghi di provincia, e nei comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti, che sta riscuotendo molto successo anche grazie all'iniziativa della regione Emilia-Romagna "Bike to work" che prevede un contributo che può arrivare fino a 50 euro al mese per coloro che si recano al lavoro in bicicletta piuttosto che in macchina.

“Non pensavo, ma questo bonus ha fatto veramente molto. Nel giro di due settimane abbiamo finito tutte le bici. Ora abbiamo il magazzino vuoto. Ci dovrebbero arrivare questa settimana”, commenta soddisfatto Alessandro Marconi, di Marconi Bike. ”Abbiamo venduto 10 biciclette al giorno, ma in alcuni ne abbiamo vendute 25 al giorno e di tutti i tipi: dalla city bike alla mountain bike, all’elettrico. Questa vendita ha risanato un po’ le chiusure dei mesi scorsi”. 

Anche Damiano Pari di Rimini Bici è soddisfatto delle vendite. ”La gente è letteralmente impazzita. È andata in fibrillazione. L’incremento di vendite è stato epocale. Almeno il 30% in più rispetto allo stesso mese dell’anno scorso e anno prima”. Vendite che però non permettono di risanare le perdite.  “Due mesi di chiusura abbiamo recuperato un pizzico. Dire recuperato è impossibile, perché già a marzo siamo in piena stagione come incassi e introito. Ormai non si recupera”. Dello stesso parere è Marco Fabbri di Marchino Bike: “Non abbiamo recuperato i due mesi di chiusura, ma ci stiamo provando. Per recuperare forse ci vorrà qualche anno”.

Un bonus che ha incentivato notevolmente l’acquisto di biciclette, ma non per tutti. “Al momento tramite bonus non abbiamo venduto nulla.” Spiega Lorenzo Tacchini di Tacchini Bici. “Il bonus non è chiaro non è chiaro e la gente sta aspettando di capire come funziona. A chiedere informazioni è venuta molta gente.”

Un bonus per molti poco chiare, infatti molti che in questi giorni si presentano ad acquistare una bici si aspettano di trovarle già scontate. “La gente pensa che il rivenditore gli deve dare i soldi, ma non è così. I clienti pagano il totale della bicicletta.” Spiega Roberto Urbinati dell’Officina del Ciclo. “Di concreto non c’è nulla. Chi viene a comprare la bicicletta paga il prezzo pieno, poi io emetto fattura.” aggiunge Damiano Pari: “È il cliente che poi si deve preoccupare di scaricare il codice Spid, collegarsi alla piattaforma e inserire tutti i dati per richiedere il bonus. Però di ufficiale non c’è nulla se non il bonus che è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ma la modalità con cui avere i soldi indietro non è chiara”. E c’è chi, come Urbinati che non crede molto in questo bonus: “il bonus per me è una gran bufala. Succederà come nel 2009 quando i rivenditori non hanno ricevuto nessun soldo. Anche questa volta i soldi tanto non arrivano”.  
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Decoupage, trasforma gli oggetti in piccole opere d'arte

social

3 ricette con Carciofi da provare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento