rotate-mobile
Cronaca

La banda di topi d'appartamento rigetta tutte le accuse: "Siamo innocenti"

Trovati con svariata refurtiva, due dei componenti ammetto di aver messo a segno solamente un colpo

Rigettano ogni accusa i componenti della banda di topi d'appartamento, arrestati nella notte tra giovedì e venerdì a Fano dai carabinieri di Riccione. A finire in manette erano stati 4 albanesi, di 34, 25, 26 e 29 anni, scoperti nel loro covo con decine e decine di oggetti preziosi, ritenuti dagli inquirenti il provento degli oltre 50 colpi che gli vengono contestati tra le province di Rimini, Ancona, Pesaro-Urbino e Modena. Ascoltati dal gip del Tribunale di Fano, nel corso dell'interrogatorio di garanzia solo due dei quattro malviventi hanno ammesso solamente un colpo degli oltre 50 che gli vengono contestati, quello messo a segno a Marotta l'11 gennaio e che aveva permesso agli inquirenti dell'Arma di arrestarli. Il 26enne e il 29enne, invece, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Il video degli arresti

Operazione "Burglar King"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La banda di topi d'appartamento rigetta tutte le accuse: "Siamo innocenti"

RiminiToday è in caricamento