Caccia serrata alla banda di picchiatori, la vittima ancora in prognosi riservata

Analizzati i filmati degli occhi elettronici che sorveglian o la zona dove è avvenuto il pestaggio

Una caccia serrata, che dura da oltre 24 ore, quella messa in campo dai carabinieri della Compagnia di Riccione per individuare e arrestare i componenti della gang di picchiatori che, nella notte tra sabato e domenica, hanno massacrato un 18enne di origini albanesi. Gli inquirenti dell'Arma stanno passando al setaccio la Perla Verde e sono in corso gli accertamenti sulle telecamere di sicurezza per analizzare i filmati degli occhi elettronici che si trovano in piazzale Azzarita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dietro il folle pestaggio ci sarebbe stato il furto del cappellino indossato dal 18enne da parte del gruppo di nordafricani.. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dell'Arma la vittima, classe 2001 di nazionalità albanese, verso le 2 si trovava in piazzale Azzarita a Riccione quando è stato circondato da una gang di nordafricani molto probabilmente suoi coetanei. Uno di questi gli ha afferrato il cappellino che portava in testa e, il 18enne, si è ribellato nel tentativo di riaverlo indietro. E' stato a questo punto che il branco, si riteiene composto da giovani marocchini, lo ha accerchiato iniziando a massacrarlo di botte. Una vera e propria grandinata di pugni che hanno raggiunto il ragazzino prevalentemente al volto fino a quando è stramazzato sull'asfalto. E' scattato l'allarme, che ha fatto accorrere sul posto le gazzelle dei carabinieri e l'ambulanza del 118 ma, all'arrivo dei soccorritori, la gang era già scappata facendo perdere le proprie tracce. I sanitari hanno preso in carico il ferito e, in un primo tempo, lo hanno trasportato al pronto soccorso dell'Infermi di Rimini ma qui, a causa delle sue gravi condizioni, i medici hanno disposto l'immediato trasferimento col codice di massima gravità al "Bufalini" di Cesena. Arrivato nel nosocomio cesenate, il 18enne è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione dove è tenuto in coma famacologico a causa delle gravissime lesioni riportate alla testa e, i medici, si sono riservati la prognosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento