Cacciatori troppo vicini alle case, scattano le multe dei carabinieri Forestali

I controlli dopo le numerose segnalazioni arrivate dai residenti che si trovavano le doppiette a due passi dalle abitazioni

Nella giornata di giovedì il Gruppo Carabinieri Forestale di Rimini ha terminato una intensa attività di controllo sull’attività venatoria in località Vergiano al fine di dare riscontro alle numerose segnalazioni pervenute dei giorni scorsi da parte di cittadini che denunciavano l’eccessiva vicinanza di cacciatori a case e strade. L’attività di controllo sull’esercizio dell’attività venatoria nel mese di settembre 2019, durante i giorni di pre-apertura e apertura della caccia, ha impegnato 34 pattuglie complessive in tutta la provincia per un totale di 69 controlli specifici a cacciatori impegnati nell’esercizio dell’attività venatoria. Sono state comminate 5 sanzioni amministrative per un totale complessivo 951 € (di cui 1 sanzione di 206 € per esercizio al disotto delle distanze consentite). A queste sanzioni ne vanno aggiunte 3 legate alla circolazione e al posteggio di veicoli di cacciatori in aree di divieto. Sono stati svolti nel periodo ulteriori 4 servizi antibracconaggio in orario notturno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio è stato concentrato nelle aree in cui fino allo scorso anno era vietata la caccia, e che quest’anno sono state aperte ai cacciatori; in particolare le aree prossime all’Oasi di Montebello i cui confini sono stati rivisti e ridotti.
Con riferimento al controllo lungo le piste ciclabili l’ordinanza del comune di Rimini, che ha interdetto la caccia vicino alla zona frequentata da ciclisti ed escursionisti, ha di fatto ridotto i rischi connessi alla presenza di pallini vaganti in comune di Rimini e ha permesso ai militari della specialità forestale dell’Arma di procedere a controlli più incisivi; i problemi e i rischi permangono invece lungo le ciclabili quando attraversano i territori dei comuni che non hanno al momento preso alcun provvedimento e in particolare Santarcangelo di Romagna e Verucchio; infatti l’episodio dello scorso anno, del ferimento di un ciclista a causa di un pallino da caccia vagante, avvenne proprio in un’area compresa tra i due comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento